Georgie Wileman è una ragazza di 30 anni, viene dal Regno Unito e fin da quando aveva 12 anni ha cominciato ad avere degli strani sintomi come dolori all'intestino e alla vescica o il ciclo irregolare e abbondante ma all'inizio ha creduto che fosse una cosa normale, considerando il fatto che erano le prime mestruazioni della sua vita. Visitata dal medico di base, le sono stati somministrati sempre degli antibiotici o dei semplici antidolorifici poiché si aveva la condizione che fossero delle infezioni alle vie urinarie.

Nei 7 anni successivi, però, la situazione è peggiorata, i dolori all'addome sono diventati così lancinanti da impedirle di restare in piedi, addirittura una volta è arrivata a perdere i sensi ed è stata trasportata d'urgenza in ospedale. "Ero così sopraffatta dal dolore che attraversava il mio corpo che non sopportavo più di star in piedi. La mia vista è diventata confusa e ho cominciato a tremare. Sono arrivata in ospedale che ero già svenuta", ha spiegato Georgie ricordando una delle esperienze più terribili della sua vita.

All'epoca, però, non sapeva cosa causasse quei problemi, poi la diagnosi è stata chiara: soffriva di endometriosi e a lungo andare il disturbo avrebbe potuto causarle dei problemi di fertilità. Oggi vuole raccontare la sua storia per far capire a tutti che spesso può essere difficile riconoscere i sintomi dell'endometriosi ma, sottoponendosi a dei controlli ginecologici regolari, è possibile riconoscerli e intervenire in tempo senza ritrovarsi alle prese con terribili dolori come è capitato a lei.