River Island è un noto marchio d'alta moda britannico che propone collezioni esclusive per uomo, donna e bambini. Di recente ha lanciato una campagna pubblicitaria davvero molto particolare poiché vede come protagonisti dei bimbi disabili che sono diventati modelli per un giorno. L'obiettivo è dimostrare che il fashion system si sta aprendo sempre di più alla diversità, soprattutto quando si parla dei più piccoli.

I bambini disabili diventano testimonial di moda

Per realizzare la campagna pubblicitaria della collezione Kids per la Primavera/Estate 2018, il brand River Island ha scelto dei testimonial fuori dal comune. Al motto di "Labels are fot clothes, not for kids", cioè "Le etichette sono per i vestiti, non per i bambini", sono stati ingaggiati sei baby modelli disabili dai 2 agli 11 anni. Alcuni hanno la sindrome di Down, alcuni una paralisi cerebrale, altri ancora un deficit visivo ma, nonostante l'handicap, hanno posato tutti come dei veri professionisti, dimostrando di avere moltissimo talento e un'incredibile voglia di giocare e divertirsi proprio come tutti gli altri coetanei.

Guardando le foto dei loro visi raggianti e sorridenti è possibile capire che l'etichetta di "diverso" che gli viene spesso affibbiata non è altro che inutile pregiudizio. Celebrando la spensieratezza e la gioia di vivere dei bambini affetti sindromi o patologie rare, il brand d'alta moda britannico ha voluto festeggiare i suoi primi 30 anni di attività. La speranza è che con queste immagini si riesca a superare la paura del diverso, esorcizzando le distanze sociali.