Allysa Call è una donna transgender di 35 anni, viene da Exeter, nel Devon, e fin da quando aveva 5 anni si è sempre sentita nata nel corpo sbagliato. E' nata uomo ma, una volta diventata adolescente, ha cominciato una terapia ormonale, per poi cambiare sesso a 22 anni. Quando ha completato il lungo periodo di transizione, si è però ritrovata a lottare duramente per trovare l’amore.

Ogni volta che usciva con qualcuno, aveva paura di essere attaccata dai potenziali pretendenti, visto che spesso è stata vittima di bullismo e di violenza verbale, e la cosa le ha creato non pochi disagi. Fino a 25 anni è rimasta vergine, non voleva avere rapporti intimi con nessuno e non riusciva ad approcciarsi all’altro sesso. Gli uomini che ha incontrato non l’hanno aiutata, visto che spessissimo le chiedevano delle sue foto nuda prima di uscire con lei per essere sicuri che fosse diventata davvero donna. Si è fidanzata per la prima volta a 33 anni ma attualmente si sente 10 anni in ritardi rispetto agli amici, che hanno cominciato a sperimentare i primi amori e le prime delusioni sentimentali più di 10 anni fa.

Essere una donna transgender può essere terrificante. Per molto tempo ho avuto paura di subire violenza a causa della mia storia. Ora è come se avessi 16 anni dal punto di vista sentimentale”, ha spiegato Allysa, che sta cercando ancora di capire come funziona il mondo degli uomini e dell’amore. Oggi, però, ha deciso di affrontare la vita con determinazione, senza avere timore di rivelare la sua vera natura e la sua storia: solo in questo modo riuscirà a trovare l'anima gemella.