Silvia Heszterenyiova è una donna di 42 anni, viene da Sidney e dice di avere ben 37 figli, 2 ragazze umane, Veronika e Sofia, e 35 bambole realistiche. Somigliano a dei veri e propri neonati, costano migliaia di dollari poiché sono realizzate a mano e non potrebbero renderla più felice, anche se sono finte e inanimate. Due anni fa, in occasione del suo compleanno, ha ricevuto la prima in regalo, che poi ha chiamato Isabella, è stato in quel momento che si è sentita mamma per la terza volta.

Da allora ne ha volute sempre di più ed è diventata una collezionista. Ha centinaia di abiti per loro, spesso realizza dei servizi fotografici, le nutre come dei bambini, le mette a letto la sera e addirittura gli cambia il pannolino, insomma con le bambole mette in pratica tutto quello che ha fatto con le sue figlie quando erano appena nate. “Ogni giorno ne prendo una o due e le porto a fare la spesa, al cinema o a pattinate. Sulla mia bicicletta ho anche seggiolino per bambini. Le persone credono spesso che le bambole siano vere”, ha spiegato la donna orgogliosa.

Anche se in molti credono che sia una pazza, lei non si lascia sopraffare dall’imbarazzo e continua a prendersi cura dei suoi figli “artificiali”. Silvia è riuscita inoltre a trasformare la sua passione in un lavoro. Ha aperto infatti un sito in cui vende bambole fatte a mano chiamato “Fairies reborn magic nursery”. Per il futuro, ha intenzione di cominciare a cucire con le sue mani gli abiti per le bambole, così da farle travestire in modo originale quando arriverà Halloween o Carnevale.