Già dalle indiscrezioni circolate prima della messa in onda era chiaro che l'intervista di Harry e Meghan con Oprah Winfrey sarebbe stata una bomba, ma nessuno si aspettava un terremoto di tali dimensioni. Il racconto della coppia non ha fatto sconti a nessuno, anzi è stato un crescendo di accuse. Secondo la loro versione, la famiglia reale avrebbe espresso posizioni razziste nei confronti del piccolo Archie, non avrebbe sostenuto Meghan quando era più fragile e il principe Carlo avrebbe smesso di rispondere alle chiamate del figlio Harry. Bisogna capire ora cosa succederà a Londra: per ora Sua Maestà è trincerata dietro al silenzio stampa, mentre i giornali londinesi si dividono. C'è chi chiede la revoca dei titoli reali ai Sussex e chi chiede che si apra un'indagine formale sugli episodi di razzismo. Ma la vera domanda è: come saranno i rapporti di Harry con il fratello, con il padre e con i nonni d'ora in poi?

L’intervista di Harry e Meghan con Oprah Winfrey
in foto: L’intervista di Harry e Meghan con Oprah Winfrey

Harry e Meghan torneranno mai a Londra?

L'intervista trasmessa dalla CBS poteva essere l'occasione per la coppia di mettere fine alle polemiche e spiegare le motivazioni dell'allontanamento da Londra, tentando anche di riconquistare la simpatia del pubblico. In molti si aspettavano parole concilianti verso il resto della famiglia per spazzare via ogni gossip sulle rivalità interne. Tanto più in un momento delicato come questo, in cui il principe Filippo, nonno di Harry, è ricoverato in ospedale. Da giorni si rincorrono voci – mai confermate – su una presunta convocazione di Harry a Londra per via della salute di Filippo. Quel che è certo è che prima o poi Harry dovrà tornare a casa: cosa succederà allora? Meghan e i bambini della coppia saranno i benvenuti?

L’ultimo impegno da Royal con Harry
in foto: L’ultimo impegno da Royal con Harry

Molto dipenderà dalla risposta ufficiale (se ci sarà) della Regina. Gli osservatori inglesi hanno paragonato l'intervista shock di Meghan a quella che fece Lady Diana circa 25 anni fa: anche se i contenuti e le accuse erano molto diversi, questa volta la regina Elisabetta potrebbe non voler ripetere gli errori del passato. Ma, scavando più indietro negli anni, c'è un altro precedente a cui guardare: il principe Edoardo e Wallis Simpson, esiliati in Francia dopo la rinuncia di lui al trono. I contatti con la famiglia reale negli anni furono sporadici e gelidi: in occasione della morte del fratello Giorgio a Edoardo fu concesso di tornare a Londra, ma da solo. La moglie Wallis, chiamata con disprezzo "that woman" non fu mai accettata. Che la storia si ripeta?