Da quando il ciclone Meghan Markle si è abbattuto sulla famiglia reale inglese, la corona ha dovuto reggere l’urto in svariate occasioni. Dal Natale negli Stati Uniti all’insofferenza verso l’etichetta imposta dallo status nobiliare, gli ex duchi di Sussex hanno fatto parlare di sé. E ora che hanno rinunciato al titolo di Altezze Reali per tuffarsi nella realtà, il costo di questo “divorzio dalla Corona” potrebbe essere assai salato per la coppia, ma con numerosi paracadute su cui poter fare affidamento.

I privilegi economici di essere Altezze Reali

Secondo Forbes, la famiglia Windsor è una delle più ricche al mondo: il patrimonio ammonterebbe a 88 miliardi di dollari, a cui va aggiunto il cosiddetto Sovereign Grant, i fondi governativi destinati ai reali per le spese di rappresentanza. Questi fondi vengono ricavati sottraendo una percentuale al Crown Estate, un fondo che raccoglie tutti i possedimenti della Corona, a capo del quale c’è naturalmente la Regina. Il Sovereign Grant ne vale circa il 20 per cento, e nel biennio 2018-2019 avrebbe prodotto 82 milioni di dollari (fonte Il Sole 24 Ore). Cosa c’entra tutto questo con la coppia Harry e Meghan? C’entra molto, dal momento in cui i beneficiari di parte di questo ricavato erano proprio i duchi di Sussex e che ora, rinunciando al titolo, sono costretti a dire addio anche a questo lauto ricavato. Secondo fonti ufficiali della Famiglia Reale, il grant permetteva alla coppia di coprire il 5 per cento delle spese totali sostenute, poco più di un milione di sterline. Ma c’è di più: lasciando il Frogmore cottage, residenza degli sposi prima di annunciare il divorzio dalla Corona, dovranno restituire per intero la cifra utilizzata per ristrutturarlo: due milioni di sterline. Morale della favola: abbandonando i titoli, Harry e Meghan abbandoneranno anche ogni privilegio economico degli Windsor, restituendo alla nazione fino all’ultimo penny.

Reali o no, la ricchezza non mancherà

Certo, non si può dire che se la passeranno male. Innanzitutto perché il principe Harry porta con sé l’eredità di sua madre lady Diana, depositaria di un fondo diviso in parti uguali tra i suoi due figli. A questo si aggiunge anche il lascito della bisnonna Elizabeth Bowes-Lyon, la Regina Madre, morta nel 2002. A Harry spetta anche parte della rendita annuale dei terreni agricoli del ducato di Cornovaglia che, secondo la legge britannnica, va a beneficio del Principe di Galles e dei suoi discendenti. Non solo Harry, anche Meghan ha il suo piccolo tesoretto: grazie ai suoi sette anni sul set della serie tv Suits, pare che abbia accumulato un patrimonio di 2,2 milioni di dollari. A parte la loro intenzione di voler essere “economicamente indipendenti lavorando”, i due non hanno ancora chiarito in che modo intendano farlo. Sui tabloid inglesi si rincorrono varie ipotesi: conferenze, libri, o addirittura la produzione di podcast, prediligendo l’utilizzo di nuovi media. In attesa di saperne di più sul loro futuro lontano da Londra, possiamo comunque dire che la stabilità economica certamente non mancherà alla coppia.