Ci sono un sacco di cose che Beckett Roerdink, un bimbo di soli 3 anni, potrebbe chiedere per il suo compleanno: primo fra tutti un miracolo per il cancro incurabile contro cui combatte fin da quando i medici hanno trovato un tumore nel suo cervello. Nonostante la grave malattia che lo affligge il bimbo del Wisconsin vuole solo una cosa per il compleanno che festeggerà mercoledì prossimo: un sacco piendo di lettere. Melanie Roerdink, la madre del bimbo, di Greenville, ha raccontato che Beckett va completamente in fibrillazione quando a casa arriva il postino o anche quando arriva una mail all'account di posta dei genitori.

L'incubo della famiglia Roerdink è iniziato nel mese di aprile del 2013, quando una risonanza magnetica ha rivelato la presenza di un grosso tumore nel cervello del bambino. Giorni dopo i medici hanno rimosso il tumore, ma l'operazione ha lasciato il bimbo con una paralisi alla mano sinistra. Inoltre ora Beckett è costretto ad indossare una benda sull'occhio ogni giorno a causa di alcuni danni ai nervi subiti durante l'intervento, in più il piccolo sta avendo problemi ad imparare a camminare e a parlare correttamente.

Ogni tre mesi la famiglia è costretta a portare il bimbo in Texas per ulteriori test e risonanze magnetiche in modo da poter verificare la presenza di tumori ricorrenti. Nonostante tutto ciò Beckett è sempre dolce e paziente, non si lamenta mai e sopporta ogni cosa. Ora che il suo compleanno si avvicina non ha espresso il desiderio di ricevere giocattoli o altro: per il suo giorno speciale Beckett vuole ricevere solo una tonnellata di lettere, desidera che la sua cassetta sia letteralmente invasa. Sua madre invece ha un desiderio diverso: trovare una cura per salvare la vita del suo amato bambino.