Dana è una donna di 32 anni, viene da Portland, nell'Oregon, anche se è cresciuta in Florida, un paese sempre caldo e soleggiato che le ha permesso di indossare minigonne e pantaloncini corti quasi ogni mese dell'anno. Non appena è entrata nella pubertà a 12 anni, però, ha cominciato a sentirsi decisamente a disagio e il motivo è molto semplice: le sono cresciuti dei peli folti e scuri sulle gambe a causa di un disturbo ormonale chiamato irsutismo. Visto che la cosa la imbarazzava non poco, ha subito fatto la sua prima ceretta quando era solo una ragazzina.

Con il passare degli anni la situazione è peggiorata e, nonostante sfoltisse le sopracciglia e schiarisse la peluria del baffetto, aveva ancora molte parti del corpo ricoperte di peli, dalle dite dei piedi alla pancia, fino ad arrivare alle braccia e alle mani. Depilandosi in continuazione, aveva la pelle irritantissima e dolorante. "Era un fastidio costante, anche dopo essermi sbarbata mi sentivo ancora pungere, la mia pelle non era mai liscia. Depilarmi in continuazione è stato destabilizzante", ha spiegato la donna.

E' per questo che ha provato anche il laser per dire addio al problema ma purtroppo non ha raggiunto i risultati sperati. Era proprio quando aveva perso ogni speranza che il fidanzato Steve le ha proposto la soluzione perfetta: smettere di depilarsi, così da vedere finalmente la sua pelle rigenerata. In un primo momento Dana pensava che scherzasse, poi ha capito che per lui non c'era alcun tipo di problema. Oggi si accetta così com'è e urla a gran voce che i peli non sono repellenti ma sono una cosa assolutamente naturale.