Shauna Hogan è una ragazza di 26 anni, viene da Liverpool, nel Meseyside, ed è nata con la sindrome di Down. Nonostante ciò, ha combattuti duramente per realizzare il suo sogno, quello di diventare una nuotatrice, e alla fine ce l'ha fatta. Il percorso, però, non è stato semplice come per i coetanei. Ha scoperto di avere questa passione quando ha cominciato a frequentare le scuole medie ma ad averla sconvolta è stato un evento scandaloso: la professoressa aveva deciso di escluderla dalle lezioni di nuoto, credendo che non fosse capace di raggiungere gli stessi risultati dei compagni di classi.

La prima a essersi indignata è stata la mamma Margaret, che oggi ha 64 anni, costretta a pagare delle lezioni private per trasformare in realtà il desiderio della ragazzina. "Shauna è stata l'unica a essere stata esclusa, mi hanno detto che era un rischio per la sua salute e per la sua sicurezza ma era evidente che fosse una nuotatrice molto brava", ha spiegato la donna ricordando quei momenti. Con il passare del tempo, grazie ai corsi a pagamento seguiti, la ragazza è diventata sempre più brava, tanto da aver superato anche i risultati raggiunti dai coetanei.

Non è un caso che oggi è una vera e propria campionessa e che gareggerà nel team Special Olympics, rappresentando la Gran Bretagna. Come se non bastasse, parteciperà anche ai Giochi Olimpici estivi speciali del 2021. Oggi Shauna non può fare a meno di ringraziare la mamma che ha sempre creduto in lei, lottando contro tutti e tutti per far valere il suo talento. Vuole dunque raccontare a tutti la sua storia per dimostrare che anche i bambini affetti dalla sindrome di Down possono ottenere tutto ciò che vogliono, basta dargli un'opportunità.