Grace Strobel è una ragazza di 22 anni, viene da Wildwood, nel Missouri, ed è nata con la sindrome di Down. Nonostante ciò, sogna di fare la modella e giorno dopo giorno porta avanti una battaglia che punta a trasformare la percezione pubblica su un disturbo genetico tanto diffuso, così da superare finalmente gli stereotipi sociali. Fin da quando è nata, i medici hanno detto che avrebbe avuto dei ritardi nello sviluppo sia fisico che intellettuale, trovando non poche difficoltà anche a leggere e a scrivere.

I genitori Linda e Jeff, però, non si sono lasciati prendere dall'ansia e hanno fatto il possibile per aiutare la figlia ad avere una vita "normale", dimostrando così che quegli specialisti avevano torto. Con estrema determinazione hanno insegnato alla bimba a leggere in tenera età, facendole cominciare le scuole elementari a 8 anni, così da migliorare le sue abilità sociali. La ragazzina, però, ha dovuto più volte cambiare istituto perché il livello di istruzione ricevuto non si adeguava alle sue capacità, spesso infatti veniva lasciata a colorare per intere giornate come se non avesse potuto imparare di più.

Il peggio ancora doveva arrivare, a 20 anni Grace è stata presa in giro in una mensa di un asilo locale in cui lavorava come volontaria e nei successivi 4 giorni è rimasta chiusa in casa a piangere. Con il passare del tempo, però, è riuscita a reagire e a farsi forza e oggi vuole trasformare quelle esperienze negative in qualcosa di positivo. Il suo obiettivo? Non solo diventare una modella, il prossimo autunno parteciperà infatti alla New York Fashion Week, ma anche insegnare agli studenti tutto quello che c'è da sapere sulla sindrome di Down, così da mettere finalmente fine alla discriminazione.