Kirsty Butler è una ragazza di 22 anni, viene da Swansea, nel Galles, e la sua storia è assurda. Qualche tempo fa ha affrontato una gravidanza ma purtroppo non è andata a buon fine. Era infatti alla sesta settimana di gestazione quando ha scoperto di essere in dolce attesa ma il suo ventre era diventato 4 volte più grosso rispetto alle sue normali dimensioni, cosa che secondo i medici accade alla 30esima settimana. Dopo essersi sottoposta a un'ecografia, ha però scoperto la dura verità: aveva una cisti da ben 27 cm di circonferenza a una delle ovaie che doveva essere eliminata immediatamente.

Dopo l'intervento, nonostante i numerosi sforzi fatti dai chirurghi per salvare la piccola, Kirsty ha avuto un aborto spontaneo. E' rimasta per ben 6 settimane in ospedale e oggi, dopo aver scoperto che si trattava di una massa benigna, ha avuto il permesso di tornare a casa. Ora vuole sensibilizzare l'opinione pubblica per far capire a tutte che una cosa simile può capitare a qualsiasi donna. Lei non sapeva che le cisti ovariche potessero crescere così tanto, eppure ha messo inconsciamente in pericolo la sua vita, perdendo il piccolo che portava in grembo.

"Sono stata fortunata che la mia cisti era benigna ma ho dovuto rimuovere l'ovaia che era stata schiacciata. Se non l'avessi eliminata avrebbe potuto schiacciarmi gli organi", ha spigato Kirsty. La sua speranza oggi è quella di mettere al mondo un bambino in futuro, anche se non sarà così semplice come si potrebbe pensare. Nel frattempo, però, il suo unico obiettivo è recuperare al 100%, così che questa esperienza possa diventare solo un lontano ricordo.