Megan Crews è una donna di 30 anni e fin da quando era neonata soffre di neurofibromatosi di tipo 1, una condizione che causa la crescita di tumori benigni sulle terminazioni nervose sia all'interno che all'esterno del corpo. Ad accorgersene per prima è stata la mamma che, quando lei aveva solo 18 mesi, ha cominciato a notare delle protuberanze sulla sua pelle e, dopo aver consultato vari medici, ha capito che si trattava di una malattia genetica. Da piccola non si è mai sentita diversa, i genitori l'hanno aiutata a integrarsi e le cose sono andate bene fino all'adolescenza.

A quel punto ha cominciato ad avere dolori alla schiena perché i tumori benigni le erano cresciuti sulla colonna vertebrale ed è stata costretta a sottoporsi ad alcune operazioni per rimuoverne qualcuno. Ad oggi ha circa 200 neurofibromi su tutto il corpo, dal busto alla schiena, fino ad arrivare al cuoio capelluto e alla vagina, e continuano a crescere in ogni momento ne possono comparire fino a 10 nuovi ogni giorno. La cosa le ha causato non pochi disagi, sono molti quelli che pensano erroneamente che si tratti di qualcosa di contagioso e che non perdono occasione per metterla in imbarazzo.

A lungo ha sperato che non crescessero anche su viso e collo, ovvero su quelle zone che non venivano coperte dagli abiti. Gli appuntamenti con gli uomini, in particolare, sono sempre stati disastrosi, sono molti quelli che non si sono fidati di lei e che, nel momento in cui hanno visto quelle protuberanze sulla pelle, non hanno voluto più vederla per paura che si trattasse di qualche malattia venerea. Nonostante ciò, si accetta così com'è, non si vergogna e in estate indossa sempre bikini e canotte scollate: anche se molti rimangono scioccati dal suo aspetto,