Claire Thompson è una donna di 38 anni, viene da Conway, in Galles, ed è mamma di Eirwen, una bambina nata circa tre anni fa. Dopo il parto ha cominciato ad avere alcun fastidi, si sentiva stanca, l'umore a terra e aveva sempre la pancia gonfia, addirittura nel periodo peggiore alcuni hanno pensato che fosse al settimo mese di gravidanza. Come se non bastasse, il ciclo mestruale era così abbondante e doloroso che la costringeva a indossare pannolini per incontinenti e a prendere delle giornate di ferie a lavoro.

"Qualcosa è cambiata dopo la nascita di mia figlia ma mi veniva detto solo che dovevo abituarmi a essere mamma. Ogni volta che avevo le mestruazione credevo di morire dissanguata", ha spiegato Claire. All'inizio i medici dicevano che era solo una conseguenza della depressione post-natale ma, dopo essersi sottoposta a innumerevoli controlli, è arrivata la diagnosi definitiva: si trattava di un cancro ovarico, aveva infatti una massa maligna di 10 cm sull'ovaia sinistra e sulla tuba di Falloppio.

La notizia l'ha fatta sentire devastata, non sapeva a chi rivolgersi. La cosa che faceva più arrabbiare era che da anni diceva che qualcosa non andava nel suo corpo ma nessuno aveva voluto crederle. Ha dovuto subire un'isterectomia completa per guarire e per fortuna ad oggi sta bene. Ora vuole raccontare la sua storia per sensibilizzare le donne sull'importanza della prevenzione: nel momento in cui avvertono dei sintomi fuori dal comune, sarebbe meglio sottoporsi a delle visite specialiste accurate per escludere ogni tipo di problema di salute grave.