Gucci ha presentato ieri sera la collezione Cruise 2020, ovvero la linea Pre-Fall che anticipa quella Autunno/Inverno del prossimo anno, e per l'occasione ha scelto una location d'eccezione, i Musei Capitolini di Roma. Non è stato un caso che il direttore creativo Alessandro Michele abbia puntato tutto su un luogo tanto leggendario, per lui la capitale italiana è libera, artistica, anarchica e allo stesso tempo romantica, tutti aggettivi che possono essere utilizzati anche per definire il suo stile. Lo stilista ha infatti mescolato gusti ed epoche diverse, dando vita a un mondo personale, esagerato e glamour.

Il mio corpo, la mia scelta: il messaggio politico della collezione Cruise 2020 di Gucci

Alessandro Michele ha lanciato ieri la collezione Cruise 2020 di Gucci, allestendo uno spettacolare show all'interno delle sale dei Musei Capitolini. In passerella è andato in scena un vero e proprio "carnevale della moda" tra look unisex, pantaloni a zampa, camicie variopinte, maxi occhiali dalla montatura originale, pellicce colorate, copricapi originali. L'ispirazione sono gli abbi '70 poiché l'obiettivo dello stilista era inviare un messaggio politico chiaro e forte. Ad attirare le attenzioni sono stati infatti soprattutto la felpa con su scritto “22.5.78”, la data in cui è stata approvata la legge 194 sull’interruzione di gravidanza in Italia, il vestito bianco con un ricamo sul ventre che raffigura un utero fiorito e una giacca viola con la scritta "My Body My Choice", tutte cose che fanno riferimento alle recenti leggi anti-aborto approvate in diversi paesi americani. Non sono mancati i guizzi di modernità come i maglioni con su stampata l'immagine di Mickey Mouse, i reggiseni a vista o i collari con le borchie. Così facendo, Alessandro Michele ha voluto esaltare il concetto di libertà, un valore a cui negli ultimi tempi non viene sta la giusta importanza. E' proprio per questo che in passerella si sono visti personaggi sopra le righe, dai gladiatori tot-boy alle dive del cinema disoccupate, fino ad arrivare a delle finte rockstar, tutti fanno parte di un film immaginato in cui possono essere liberi.

Perché la sfilata Gucci si è tenuta ai Musei Capitolini di Roma

Le sfilate Gucci sono sempre state molto suggestive ma è la prima volta che uno show della Maison è stato organizzato nelle sale dei Musei Capitolini, inaugurate nel 1734 e considerate il primo museo al mondo aperto al pubblico. Per la collezione Cruise 2020 Alessandro Michele non ha fatto questa scelta per caso: è romano e ha raccontato che da piccolo visitava sempre quelle stanze con il padre nei weekend, anche se si è sempre reso conto del fatto che nella capitale passato e presente convivono, cosa che ha influenzato moltissimo il suo modo di vedere l'arte, secondo lui la cosa meno esclusiva al mondo. E' proprio alle statue antiche e ai modelli rappresentati nei quadri che si è ispirato, fondendo passato e presente in un tutt'uno perché secondo lui possono essere considerati entrambi contemporanei. Le statue e i monumenti, seppure antichi, sono sempre nello stesso punto ogni giorno, proprio come gli esseri umani ed è per questo che non devono essere collegati esclusivamente al concetto di antichità. Quei luoghi rappresentano alla perfezione l'anima libera, artistica, anarchica e allo stesso tempo romantica della natura umana, tutte caratteristiche che si ritrovano anche nei suoi abiti sopra le righe, "camp" e incredibilmente glamour.

Le star alla sfilata Pre-Fall 2020 di Gucci

Gucci è una delle Maison più amate al mondo e le star non si sono volute perdere uno show tanto atteso come quello organizzato ai Musei Capitolini di Roma per il lancio della collezione Cruise 2020. Ad assistere alla sfilata direttamente dalle prime file c'erano moltissimi volti noti, da Harry Styles, che dallo scorso anno è testimonial della griffe, a Salma Hayek, la moglie di François-Henri Pinault, l’amministratore delegato di Kering, fino ad arrivare a Elton John, Naomi Campbell, Ghali con la fidanzata Mariacarla Boscono, Alessandro Borghi e Valeria Golino. Non poteva mancare, inoltre, il sindaco della capitale Virginia Raggi, presentatasi all'evento in bianco e nero. Insomma, come al solito la sfilata del marchio fiorentino si è trasformata in un appuntamento mondano grazie alle celebrities: chi si aggiudica il titolo di più elegante della serata?