Gucci è tra le Maison di moda più innovative e visionarie del panorama fashion contemporaneo e ne ha dato prova ancora una volta in occasione della Milano Fashion Week. Ha trasformato i suoi abiti e i suoi accessori no gender in un fumetto, usandoli per vestire i protagonisti di un numero speciale della rivista cult Frankenstein. Quest'ultima sarà scaricabile dal sito della griffe in formato digitale ma chi ne vorrà una copia cartacea potrà prendere parte a una sorta di "caccia al tesoro" tra le strade del capoluogo lombardo. Verrà infatti offerta gratuitamente attraverso alcuni distributori automatici posizionati in 5 luoghi iconici di Milano, per la precisione il Bar Basso, il Bar Jamaica, il cortile del Palazzo Bagatti Valsecchi, Lecco Milano e la Salumeria del design.

La collezione Gucci Mx nel numero speciale di Frankenstein

Si intotola "The Incredible Story of Nokia, Gemini and Athon" ed è il numero speciale della rivista indie Frankenstein, nato dalla collaborazione con Gucci. È composto da tre capitoli, un prologo e un epilogo, tutti firmati da Melek Zertal, nei quali si raccontano i rapporti tra i tre protagonisti che si muovono in una metropoli di cristallo ispirata alla Venezia di Shakespeare. Tra amori, gelosie e interrogativi esistenziali, i personaggi sfoggiano abiti e accessori glamour della collezione Mx firmata Gucci, prima tra tutti la borsa Jackie 1961, ideata dal direttore creativo Alessandro Michele come un simbolo di libertà di espressione, di superamento degli stereotipi tradizionali. Tra pantaloni in stile anni '70, giacche gender fluid e gilet variopinti, la griffe ha voluto rendere omaggio agli articoli genderless che da tempo contraddistinguono le sue collezioni.