Da sempre Gucci è sinonimo di eleganza e femminilità: a rafforzare tale identità sta per arrivare un nuovo profumo, il primo realizzato dal direttore creativo Alessandro Michele. Una nuova fragranza fresca e avvolgente che celebra la femminilità e la vitalità della donna.

Un profumo che si ispira alla natura e con un concentrato di note floreali, ideato dal maestro profumiere Alberto Morillas sotto la direzione di Alessandro Michele: “Volevo un profumo audace, una fragranza floreale, capace di trasportare l’immaginazione in un grande giardino rigoglioso, colmo di fiori e piante. Un giardino unico e affascinante, proprio come le donne a cui mi ispiro”, dichiara il direttore creativo della Maison. Così le note di Tuberosa naturale si intrecciano a quelle del gelsomino, e di una assoluta novità del campo delle fragranza: il Rangoon Creeper. Una pianta originaria del Sud dell'India, fino ad ora mai utilizzata all'interno di un profumo.

Un design originale e l'essenza autentica delle donne Gucci caratterizzano il profumo a 360 gradi, non solo nella fragranza ma anche nel packaging. Minimal ed essenziale ma allo stesso tempo romantico con un tocco di vintage dato dal color rosa cipria, Michele ha voluto creare un desing che riflettesse la nuova fragranza: “La bottiglia è stata disegnata in modo femminile non per sedurre gli uomini, ma per ‘tenere compagnia’ alle donne che indossano il profumo. È delicata e rétro come il suo colore, con linee pulite e sottili, valorizzata da una superficie laccata che ricorda la porcellana, materiale che amo molto”.La femminilità è omaggiata anche nella campagna pubblicitaria, che vede protagoniste tre donne che incarnano perfettamente la natura di Gucci Bloom: l’attrice Dakota Johnson, l’attrice e modella Hari Nef e l’artista Petra Collins, ritratte da Glen Luchford.