Charlotte Eades era una ragazza di 19 anni ed è morta ieri nell’ospedale di Brighton, dopo aver sofferto per anni a causa di un cancro incurabile al cervello. La malattia le era stata diagnosticata nel luglio del 2013, nello stesso giorno in cui avrebbe dovuto partecipare al ballo di fine anno. Non si è mai lasciata prendere dalla tristezza e dal pessimismo ed ha sempre sperato che la situazione potesse migliorare.

Ha inoltre documentare la sua battaglia attraverso una serie di video struggenti caricati su YouTube. Si è sottoposta ad operazioni dolorose, a radioterapie che l’hanno lasciata parzialmente cieca e sorda ma purtroppo nulla ha funzionato. Aveva addirittura definito il suo tumore “Terminator”, tanto era aggressivo ed impossibile da curare. Più volte aveva dichiarato di avere paura, di essere spaventata e di sentirsi continuamente sul filo del rasoio. Pochi giorni prima di morire, ha deciso di girare il suo ultimo video.

Ha ringraziato tutti quelli che avevano fatto parte della sua vita dal 1997 al 2016 ed ha spiegato com’è era cambiata ogni cosa della sua esistenza dopo la scoperta del cancro. “Devo essere onesta, la vita in questo momento è una vera lotta e non ho molte possibilità per il futuro”, aveva detto la ragazza. Il suo desiderio era diventare una fonte d’ispirazione per tutti quei ragazzi malati come lei: nessuno è solo in questa battaglia, tutti hanno paura. Oggi, la famiglia di Charlotte piange la sua scomparsa, ma allo stesso tempo vuole sostenere la ricerca contro il cancro, di modo che il numero dei ragazzi morti giovani a causa del tumore possa diminuire.