Uomini e donne sono due mondi completamente opposti e a dimostrarlo è anche la scienza. Se da un lato i maschietti sono arroganti quando devono giudicare la loro intelligenza, le femmine tendono a sottovalutarsi, credendo di non essere capaci di raggiungere gli stessi risultati dei coetanei. Un recente studio, però, ha dimostrato che sono queste ultime ad avere delle capacità intellettive superiori rispetto all'altro sesso: ecco per quale motivo le donne non riescono a credere nel loro talento.

Perché le donne credono di essere meno intelligenti degli uomini?

Secondo uno studio condotto presso l'Arizona State University, gli uomini si sentono molto più intelligenti delle coetanee di sesso femminile, anche se i voti universitari dimostrano il contrario. In particolare, sono state condotte delle analisi su alcuni studenti iscritti a un corso di biologia e i risultati  sono stati chiari: i maschi hanno la tendenza a sopravvalutare le loro capacità intellettive, tanto che il 66% di loro afferma di essere il più intelligente della classe, a differenza delle donne che, invece, si sottovalutano così tanto da non essere pienamente coscienti del loro talento. Solo il 54% di queste ultime ritiene di essere la più in gamba del corso. Quando però si vanno a confrontare i voti ricevuti, le cose cambiano e le femmine risultano essere molto più brave e determinate. "Più e più volte le donne mi dicevano che avevano paura che gli altri studenti potessero pensare che fossero stupide, non ho mai sentito la stessa cosa dagli uomini della stessa classe. Si tratta di un modo di pensare ormai radicato nella loro cultura ma si può fare ancora qualcosa per far sì che tutto cambi", ha spiegato Katelyn Cooper, il dottorando che ha deciso di intraprendere lo studio. Insomma, le donne tendono a sottovalutarsi perché sentono il peso di un luogo comune tramandato da generazioni ma la scienza dimostra che sono loro le più intelligenti tra i due sessi.