Andate alla ricerca dell’uomo perfetto e non riuscite a capire per quale motivo non riuscite a trovarlo? Secondo i dati dell’Office for National Statistics britannico, negli ultimi anni la quantità di matrimoni celebrati è ai minimi storici ed in particolare sono gli uomini a non volersi più sposare. Nel 2011, ad esempio, ci sono state solo 286.634 cerimonie, ben il 41% in meno rispetto al 1972, quando si sono contate 480.285 coppie convolate a nozze.

Quando si parla di matrimonio, gli uomini sembrano essere in sciopero poiché avrebbero capito che una decisione del genere potrebbe avere un impatto negativo sulla loro vita. Il sesso maschile è convinto infatti che dopo le nozze perderà gli amici, il rispetto, il proprio spazio, il denaro e la vita sessuale. Helen Smith, autrice del libro “Why Men Are Boycotting Marriage, Fatherhood And The American Dream” ha spiegato: “Non vogliono stipulare un contratto legale con qualcuno che potrebbe prendere la metà de loro risparmi, la pensione e la proprietà quando il periodo di luna di miele sarà finito. Gli uomini stanno cominciando a comportarsi semplicemente in modo intelligente”.

Ad aver causato tutto questo sarebbe stato il trionfo del femminismo, che spaventerebbe eccessivamente gli uomini, consapevoli del fatto che le donne sanno cosa vogliono e soprattutto sanno come ottenerlo. Gli uomini che, nonostante tutto, decidono di sposarsi solitamente firmano un accordo prenuziale, ma nella maggior parte dei casi evitano del tutto il matrimonio ed optano per una semplice convivenza, con la quale, in caso di rottura, non si avranno le conseguenze economiche e legali di un divorzio.