A tutti sarà capitato di scattarsi un selfie, di essere insoddisfatti del risultato e di aver usato le tecniche di fotorotorico più svariate per renderli migliori. Quest’uomo americano ha però mostrato cosa significa abusare di Photoshop. Si chiama James Fridman, è un grafico e negli ultimi giorni il suo profilo Twitter ha raggiunto i 45mila seguaci. Il motivo? Si diverte a modificare foto in modo decisamente irrealistico, ma stando bene attento a rispettare le richieste di coloro che gli chiedono un piccolo “ritocchino”.

Una donna gli ha chiesto di farle un sedere più grande, lui l’ha trasformato in un pallone, un’altra ha voluto delle gambe lunghe, lui gliele ha donate ma in modo decisamente eccessivo oppure, ancora, un uomo non voleva il solito selfie in bagno con la cabina doccia sullo sfondo, lui lo ha posizionato in una meravigliosa piscina. L’unica sua richiesta è quella di non inviare foto personali se non si desidera renderle pubbliche o semplicemente essere presi in giro.

James accontenta ogni richiesta con cinismo ed ironia, peccato solo che il risultato non è sempre quello desiderato. Nonostante ciò, non è "cattivo" con tutti. Ad una ragazza che gli aveva chiesto capelli biondi e labbra carnose, ad esempio, non ha apportato alcuna variazione ed ha motivato la sua scelta dicendo: “Tu sei bella. Non c’è bisogno di avere un look alla Kim Kardashian”. Il suo obiettivo è dimostrare che spesso si abusa del fotoritocco, ma la verità è che non serve nessuna delle sue modifiche per sentirsi belli, l'importante è accettarsi così come si è.