Oggi, 25 novembre, si celebre la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. Nel 1999, tramite la risoluzione numero 54/134 del 17 dicembre 1999, l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite scelse il 25 novembre come data ufficiale per combattere i soprusi e le discriminazioni contro le donne, invitando i diversi governi, le associazioni e le ONG ad organizzare in questo giorno dell'anno una serie di eventi e attività per sensibilizzare l'opinione pubblica su un problema grave, che ancora oggi, nonostante il progresso e la modernizzazione, affligge la società.

Perchè il 25 novembre – Tale data fu scelta da un gruppo di attiviste durante l'Incontro Femminista Latinoamericano e dei Caraibi, tenutosi nel 1981 a Bogotà. All'epoca il gruppo di donne scelse il 25 novembre per ricordare il brutale assassinio delle sorelle Mirabel, avvenuto nel 1960. Queste ultime ancora oggi sono considerate un vero e proprio esempio per tutte le donne nel mondo, un simbolo rivoluzionario. Grazie al loro impegno per la salvaguardia dei diritti femminili alla fine degli anni '60 riuscirono a contrastare il regime di Rafael Leónidas Trujillo, dittatore della Repubblica Dominicana.

La morte delle sorelle Mirabel – Le tre sorelle furono uccise il 25 novembre del 1960 poichè ritenute figure scomode per il regime. Quel giorno si stavano recando in carcere per far visti ai propri mariti, furono bloccate sulla strada da alcuni agenti e trasportate con la forza in un luogo nascosto per essere torturate violentemente e strangolate. Dopo il feroce assassinio i corpi delle sorelle Mirabel furono rimessi in auto e gettati in un precipizio per simulare un incidente stradale. Ancora oggi la morte delle tre sorelle è considerata come uno degli episodi più assurdi e violenti della storia dell'America Meridionale.