Il 25 novembre viene celebrata la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, una ricorrenza istituita il 17 dicembre 1999 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite con l'obiettivo di informare, sensibilizzare e prevenire un problema che ancora oggi è estremamente diffuso. I dati sono inquietanti, in tutto il mondo una donna su tre subisce violenza dai 15 anni in su e, secondo le stime, ben il 53% delle rappresentanti del sesso femminile evita determinati luoghi e situazioni per paura di essere aggredita. Per violenza non si intende solo un reato sessuale come lo stupro ma anche le molestie, le discriminazioni di genere, i fenomeni di stalking , un trauma di natura psicologica. La cosa terribile è che spesso tutto accade tra le mura domestiche, nel 38% dei casi sono i partner a commettere femminicidio. Il 25 novembre, ovvero il giorno in cui nel 1960 furono uccise le tre sorelle Mirabal, attiviste politiche della Repubblica Dominicana, vuole ricordare a tutti l'importanza del rispetto in ogni tipo di rapporto. Gli eventi, i dibattiti e le performance organizzate in ogni parte d'Italia sono molti, vediamoli.

Milano

Tra le città più attive nella lotta alla violenza sulle donne c'è Milano che, in occasione della giornata internazionale contro gli abusi di genere, ha organizzato diversi eventi, mostre, spettacoli e incontri. Si comincerà sabato 23 novembre a Villa Pallavicini, dove a partire dalle 18.30 si terrà una conferenza sul tema del contrasto alla violenza sulle donne, seguita alle ore 20 prima da una cena tematica, poi dai concerti di Zelie Adjo, Astou Sek e dell’Afric&Jazz Trio. L'Associazione culturale "Wall of Dolls" Onlus, invece, si metterà a disposizione delle vittime in cerca di supporto per denunciare, offrendo anche case rifugio e centri antiviolenza a chi ha bisogno di protezione e aiuto. Anche nel 2019 tornerà il Muro delle Bambole contro il femminicidio promosso da Jo Squillo, Francesca Carollo e Giusy Vesace. Nelle giornate del 24 e del 25 novembre, rispettivamente via De Amicis 2 e presso la Casa delle Arti Alda Merini, in via Magolfa 32, ognuno potrà portare la propria bambola per ricordare una delle vittime di abusi. Sempre il 25 novembre si terrà anche il concerto sinfonico della Young Talents Orchestra EY diretta dal Maestro Carlo Rizzari al Teatro Elfo Puccini di Milano, una serata benefica che donerà il ricavato ai progetti di orientamento di Junior Achievement, il cui obiettivo è a avvicinare le ragazze alle materie STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematica). È possibile consultare  il calendario completo degli eventi organizzati in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne sul sito del Comune di Milano.

Roma

Anche Roma rinnova l'appuntamento annuale con Giornata internazionale contro la violenza sulle donne con una serie di eventi che verranno organizzati in tutta la città. Come da tradizione, sabato 23 novembre dalle 14 ci sarà un corteo che partirà da Piazza della Repubblica, il cui messaggio è molto semplice: "non ci fermeremo finché non saremo libere dalla violenza maschile e di genere in tutte le sue forme". Il giorno successivo, domenica 24 novembre, al Nuovo Cinema Palazzo si terrà l’assemblea nazionale di "Non Una Di Meno" a partire dalle 10, mentre il 25 novembre ci saranno diverse iniziative, dalla mostra "Come rami intrecciati" alla Casa della Memoria e della Storia al progetto artistico "Corrispondenza", che vedrà l'apertura straordinaria del MuCiv, fino ad arrivare a diversi spettacoli teatrali tra la Casa Internazionale delle Donne e lo Spazio Rossellini – Polo Culturale Multidisciplinare Regionale. È possibile consultare il calendario completo degli eventi organizzati in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne sul sito del Comune di Roma.

Napoli

In occasione della Giornata contro la violenza sulle donne, il Comune di Napoli ha promosso la rassegna #Liberedi, che intende sensibilizzare l'opinione pubblica su un tema tanto attuale, nella speranza che si dica finalmente addio a ogni tipo di differenza di genere. Sabato 23 novembre dalle 17 alle 20 l'associazione culturale Apsis organizzerà un tour guidato al centro storico sulle donne di Napoli, si partirà dall'Università degli Studi di Napoli Federico II, in Corso Umberto I n. 40, e il tutto si concluderà con con performance teatrale finale. Si continuerà lunedì 25 novembre con la performance interattiva "Lenzuolo Sospeso" dell'artista Silvia Capiluppi, dove ai partecipanti verrà data la possibilità di ricamare il nome di una vittima di violenza su un lenzuolo con un filo rosso, al PalaBarbuto si terranno invece corsi e seminari gratuiti per donne su temi come vittimologia e criminologia, prevenzione difensiva efficace, gestione del confronto, effetti psicofisici destabilizzanti, tecniche e tattiche di difesa personale. È possibile consultare il calendario completo degli eventi organizzati in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne sul sito del Comune di Napoli.

Le campagne e le iniziative organizzate per il 25 novembre

Per celebrare la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, il 25 novembre Wella, System Professional e ActionAid hanno collaborato, dando vita a un evento speciale per sostenere il progetto LEI (Lavoro, Empowerment, Indipendenza). I parrucchieri che hanno scelto di aderire offriranno il servizio Care & Piega con System Professional e il ricavato sarà devoluto a favore del progetto. L'obiettivo è sostenere le donne che hanno subito violenza e che vogliono trovare la forza di reagire, favorendo la loro inclusione sociale e il raggiungimento di una loro indipendenza socioeconomica. Le protagoniste saranno 60 donne che fanno parte di centri antiviolenza, case rifugio, a cui verrà data la possibilità di cambiare concretamente la loro vita. Refuge, organizzazione che offre supporto a donne e bambini vittime di violenza domestica, ha lanciato una campagna per spingere le donne a denunciare gli abusi, provocandole con dei tutoria di make-up per coprire i lividi fatti dal partner geloso.