Giorgio Armani è uno dei grandi nomi della moda che in questo periodo storico difficile stanno facendo il possibile per aiutare le persone in difficoltà. A causa dell'emergenza Coronavirus ha dovuto rivoluzionare il calendario fashion dell'azienda che porta il suo nome, annullando eventi e rallentando la catena produttiva. Nonostante si sia ritrovato a dover combattere contro la crisi che ha colpito il settore moda, continua a schierarsi sempre in prima linea per sostenere i meno fortunati. Nelle ultime ore, ad esempio, ha aderito a un progetto davvero speciale. Con il suo Armani/Ristorante di New York ha deciso di partecipare alla campagna lanciata da Food1st, una fondazione senza scopo di lucro fondata ad aprile da SL Green per affrontare la crisi alimentare in corso.

Alcuni dei pasti preparati nelle cucine del locale verranno offerti ai newyorkesi in difficoltà e ai lavoratori che ogni giorno combattono in prima linea contro la pandemia. "Possiamo offrire il nostro aiuto a New York in questo momento di bisogno. Mentre questa situazione critica continua a esacerbare la crisi alimentare in corso e minaccia di estromettere dal mercato un gran numero di ristoranti, è incredibile vedere tante persone collaborare per creare un impatto positivo", ha spiegato lo stilista orgoglioso di prendere parte al progetto. Tra le iniziative benefiche da lui proposte c'è anche un'esclusiva cena gourmet a domicilio organizzata dall'Emporio Armani Ristorante di Bologna, si terrà venerdì 15 maggio e i proventi verranno devoluti alle famiglie più colpite dall’emergenza sanitaria e sociale, così che anche loro possano godersi un pizzico di serenità in un periodo tanto duro.