Ginnastica per mamme: gli esercizi da praticare con il neonato

Siete diventate mamme e volete fare ginnastica per perdere i chili di troppo accumulati in gravidanza? Ecco quali sono gli esercizi da fare con il neonato per tornare in forma.
A cura di Valeria Paglionico

Siete diventate mamme e volete fare ginnastica per perdere i chili di troppo accumulati durante la gravidanza? L'ideale è praticare degli esercizi in compagnia del piccolo. In questo modo, si ha la possibilità di pensare al proprio corpo senza abbandonare il bebè neppure per un istante, coinvolgendolo nell'allenamento. Può essere messo in un passeggino, in un marsupio o semplicemente tenuto tra le braccia mentre si eseguono degli esercizi specifici, “trasformandolo” così in un vero e proprio peso capace di potenziare il proprio allenamento. Ecco quali sono gli esercizi di ginnastica per mamme più efficaci per tornare in forma anche quando non si ha il tempo per andare in palestra.

Ginnastica con il passeggino

Le mamme che vogliono tornare in forma dopo la gravidanza possono fare fitness tenendo il piccolo nel passeggino ed utilizzando quest’ultimo come supporto per eseguire degli esercizi di allungamento e di tonificazione per le gambe e per i glutei. Si possono praticare sia in casa, sia all’aria aperta, magari in un parco, per circa 45-60 minuti, almeno tre volte alla settimana. Gli esercizi più facili da eseguire sono gli squat e gli affondi, che danno la possibilità di rafforzare gli arti inferiori, tenendo il piccolo vicino e comodamente steso nel passeggino, mentre quelle che hanno la possibilità di uscire possono anche fare jogging mentre spingono il piccolo.

Ginnastica con il marsupio

In alternativa, il piccolo può essere tenuto anche nel marsupio mentre si esegue un preciso workout. In questo modo, rimane vicino al calore delle mamma e al battito del suo cuore, non sentendo un senso di abbandono neppure quando si sta dedicando alla cura del suo corpo. Con la ginnastica con il marsupio si lavora su gambe e glutei e, al termine della lezione, ci si può anche stendere su un tappetino per gli addominali e lo stretching, posizionando sul petto o sull’addome oppure portando in aria con le braccia mentre si fanno dei crunch.

Joga con il bambino

Anche lo yoga può essere praticato in compagnia del bambino, che diventa parte integrante del lavoro. Mentre si acquisiscono le asana, rimane accanto alla mamma e gode di un ambiente accogliente e sereno. Degli esercizi simili sono l’ideale per le mamme che vogliono trovare nuovamente una sintonia tra corpo e spirito, senza dover rinunciare alla compagnia del piccolo.

Esercizi da fare con il neonato

Tutte quelle che possono dedicare solo pochi minuti al fitness possono allenarsi tra le mura di casa, utilizzando il bambino al posto dei pesetti. Lo si può prendere in braccio mentre si eseguono degli squat, posizionarlo sulle gambe mentre si fanno gli addominali, oppure stenderlo sul tappetino durante una sessione di flessioni, magari dandogli un bacio ogni volta che lo si raggiunge. A dispetto di quanto si potrebbe pensare non è solo la mamma a trarre beneficio da un workout simile. Se da un lato quest’ultima comincia a sentirsi in forma e a recuperare la sicurezza in se stessa, dall’altro il bambino si diverte nell’essere tenuto in braccio e nell’essere coinvolto in un’attività tanto dinamica.

La ginnastica da praticare al risveglio per cominciare bene la giornata
La ginnastica da praticare al risveglio per cominciare bene la giornata
Esercizi sul divano: la ginnastica per i pigri da fare a casa
Esercizi sul divano: la ginnastica per i pigri da fare a casa
Yoga in gravidanza: i benefici e gli esercizi da praticare nei diversi trimestri
Yoga in gravidanza: i benefici e gli esercizi da praticare nei diversi trimestri
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni