È capitato a tutte almeno una volta nella vita: dopo la ceretta sono comparsi brufoletti e puntini rossi che causano un fastidioso prurito. Si tratta della follicolite e può comparire dopo una depilazione non troppo delicata o troppo rapida, sia con la ceretta che con il rasoio; le zone colpite sono quelle che vengono sottoposte a depilazione, ovvero gambe, braccia, ascelle e inguine. Cosa fare in questi casi? Ecco tutto quello che devi sapere sulla follicolite: cos'è, come evitarla e come correre ai ripari.

Cos'è la follicolite?

La follicolite è un'infiammazione del bulbo pilifiero che in genere compare dopo la depilazione. Si può manifestare su gambe e braccia, ma anche in zone come inguini e ascelle a seguito di una depilazione troppo aggressiva: nelle zone colpite da follicolite possono comparire brufoletti, piccole bollicine rosse, irritazioni e un fastidioso senso di prurito. Oltre ad essere anti estetica, è piuttosto fastidiosa ed esclude l'esposizione al sole che potrebbe peggiorare la situazione. La causa principale della follicolite è di natura batterica: lo Staphylococcus aureus, che è presente sulla pelle e non causa nessun disturbo, può provocare la comparsa di infezioni in casi di rasatura poco delicata, contropelo o effettuata troppo frequentemente, andando ad infiammare il follicolo pilifero.

Follicolite, come evitarla

Per evitare la comparsa della follicolite il primo consiglio da seguire è quello di depilare la zona nel senso del pelo, e mai contropelo. In questo modo il bulbo pilifero avrà meno possibilità di infiammarsi. Se si utilizza una lametta, bisognerebbe scegliere una lametta nuova per ogni depilazione, possibilmente disinfettandola prima di procedere con la rasatura. Un altro suggerimento è quello di detergere accuratamente la pelle prima e dopo la depilazione: in caso di pelle molto grassa, si consiglia l'utilizzo di un detergente sgrassante, in modo da eliminare l'oleosità della pelle. Un altro suggerimento utile per prevenire la follicolite è disinfettare la pelle prima della depilazione: trattandosi di un'infiammazione, se la pelle è accuratamente disinfettata sarà più facile evitarla.

Tutti i rimedi per la follicolite

Se ormai il danno è fatto e ti ritrovi con la pelle ricoperta di puntini rossi puoi correre ai ripari. Tra i rimedi naturali, puoi applicare sulla zona infiammata una pomata a base di calendula: la sua azione lenitiva ti permetterà di calmare il prurito e attenuare il fastidio post depilazione. Per un'azione antibatterica puoi anche tamponare sulla zona infiammata un  batuffolo di cotone imbevuto di aceto di mele o aceto bianco, utilizzabili anche per fare degli impacchi lenitivi. Per un'azione cicatrizzante, puoi aggiungere dell'olio di iperico alla tua crema nutriente abituale, massaggiandola sulla zona colpita dalla follicolite. Se questi rimedi naturali non sono sufficienti, sarà necessario rivolgersi al proprio medico oppure al dermatologo, che potrà prescrivere delle pomate antibiotiche. Per evitare di peggiorare la situazione, sarebbe opportuno evitare di esporsi al sole; un altro consiglio, particolarmente durante i periodi più caldi, è quello di indossare abiti ampi e leggeri e non aderenti, e sarebbe meglio evitare piscine e palestre per non rischiare di peggiorare l'infezione.