Si chiama Float Fit ed è l'attività fisica da praticare in piscina o al mare che sta spopolando negli ultimi tempi. A idearla, due inglesi appassionati di vela e di rugby, Leila Francis Coleman e Tom Whelan. Insieme, hanno pensato bene di dare vita a uno sport all'avanguardia che trasportasse i classici esercizi eseguiti a terra su un semplice tappetino in acqua, precisamente su una base fluttuante chiamata Aquabase. Si tratta di materassini galleggiati stabili come una tavola da surf, che possono essere usati al mare, in piscina o in un lago per allenarsi in acqua.

Le prime volte sarà difficile restare in piedi per più di qualche minuto e si cadrà in acqua con una certa frequenza ma, dopo varie sperimentazioni, l'attività migliorerà l'equilibrio, la stabilità, la flessibilità e la resistenza fisica. La particolarità sta nel fatto che unisce gli esercizi comunemente praticati in palestra come squat, affondi, isometria, burpees con degli allenamenti in piscina. Può essere praticato da tutti, ogni lezione dura circa 30 minuti e permette di bruciare 900 calorie con la possibilità di tuffarsi in acqua ogni volta che la fatica si farà sentire.

Il motivo per cui sta diventando uno sport diffusissimo? Dà la possibilità di delineare il corpo e renderlo più tonico, divertendosi. Nei giorni successivi all'allenamento, infatti, i muscoli di tutto il corpo appariranno potenziati. A questo punto, non resta che provare, in prossimità della tanto temuta prova costume, il Float Fit è l'ideale per perdere i chiletti di troppo e per recuperare la forma fisica ideale.