Danielle Watson, 24 anni, assistente di amministrazione di Rowhedge, nell’Essex, ha finto di avere il cancro per raccogliere le donazioni di amici e parenti e raggiungere i 10 mila dollari necessari per organizzare il suo matrimonio. La donna ha ingannato anche il marito ignaro della vicenda, facendogli credere di avere il cancro cervicale in fase avanzata, con solo una probabilità del 15% di sopravvivenza. Danielle ha fatto credere che dei sospetti polipi ovarici fossero un segno di un cancro positivo, ma in realtà doveva sottoporsi solo ad un piccolo intervento chirurgico per una patologia ginecologica curabile. I primi sospetti sono nati nel momento in cui la donna ha omesso la prova della sua malattia, nonostante raccogliesse tutte le donazioni sul suo conto. La prova certa si è avuta quando nel 2012 ha annunciato di essere rimasta incinta.

E’ stata ora rinchiusa in carcere dopo aver dichiarato di essere colpevole di frode a Basildon Crown Court: ha agito in modo freddo e calcolato, rilasciando anche  interviste a riviste e giornali locali. Danielle ha infatti truffato centinaia di persone, compresa la sua wedding planner, Leigh Stewart. Tutti hanno giudicato il suo comportamento spregevole, immorale, ingiustificabile e privo di logica. Rebecca Blain, il suo avvocato, ha dichiarato alla corte che la sua cliente era preoccupata di una possibile pena detentiva poiché ha un bimbo di 18 mesi ed è in attesa del suo secondo figlio.