La festa della mamma è una ricorrenza diffusa non solo in Italia, ma in tutto il mondo. Un giorno speciale dedicato a tutte le mamme che si celebra ogni anno la seconda domenica di maggio. Si tratta di una ricorrenza civile che ha però origini molto antiche, legate ad una valore religioso e, in particolare, al culto delle popolazioni politeiste. La festa della mamma è una ricorrenza che coinvolge grandi e piccini, un giorno in cui si celebra la maternità come dono e che, in quel giorno particolare, diventa oggetto di gratitudine e ringraziamento da parte di tutti.

Storia e origini della festa della mamma

La festa della mamma è tra le festività più antiche, in quanto risale ai culti arcaici, quando Gea, Madre Natura, era celebrata nelle culture preistoriche del neolitico durante la primavera. Anche i greci e i romani festeggiavano le divinità femminili durante il mese di maggio: nella vita contadina erano infatti associate alla fertilità. In Grecia si faceva conincidere la festa della mamma con le celbrazioni della dea Rea, madre degli Dei, mentre a Roma, si dedicava un'intera settimana alla divinità Cibele, che era il simbolo della natura e di tutte le madri. Molte culture poi erano legate alla figura della donna capostipite per organizzare le relazioni sociali: attraverso le discendenze femminili, si formavano i clan e si organizzavano le regole della società. Nel tempo si è persa traccia di queste celebrazioni e, nel Medioevo e nel Rinascimento, le feste dedicate alla mamma erano legate alla figura della Madonna. La festa di Maria, madre di Dio, era considerata la festa di tutte le mamme.

L'evoluzione della festa della mamma in epoca moderna

In epoca moderna, la festa della mamma, così come la conosciamo oggi, fu introdotta tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento. Negli anni '70 del 1800 la pacifista americana Ann Reeves Jarvis, alla fine della guerra civile americana, promosse alcune giornate dedicate alle mamme, ciò per favorire l'amicizia tra le madri di Sudisti e Nordisti. Nei primi anni del 1900, invece, la figlia di Ann Reeves Jervis, Anna, continua il lavoro della mamma organizzando per il Paese eventi dedicati alle madri. Queste celebrazioni hanno un successo sempre maggiore, fino a quando il presidente d'America, Woodrow Wilson, non ufficializza la festa della mamma il 9 maggio del 1914, fissando la ricorrenza la seconda domenica di maggio: in onore dell'ispiratirce della festa, Ann Jervis, morta proprio in quel periodo dell'anno. La data fu poi adottata da molti altri Paesi.

Festa della mamma in Italia: il versante cattolico e quello laico

Nella tradizione cattolica maggio è il mese mariano, dedicato quindi alla figura della Madonna, ciò a partire dal 1600 grazie al gesuita Annibale Dionisi. Nel 1854 la devozione mariana continua con la proclamazione dell'Immacolata Concezione, fino ad arrivare agli anni Cinquanta quando don Otello Migliosi, decise di festeggiare le mamma nel bordo di Tordibetto, ad Assisi. La festa della mamma resta però una celebrazione laica istituita per la prima volta nel 1933, durante il fascismo, quando il 24 dicembre viene celebrata la "Giornata della madre e del fanciullo": le madri erano il simbolo della politica natalista del regime fasciata, e venivano premiate le mamme più prolifiche. Solo nel dopoguerra la festa della della mamma assunse in Italia un carattere meno propagandistico: nel 1956 il sindaco di Bordighera, Raul Zaccari, istituì la festa della mamma nel comune ligure, fissandola l'8 maggio. Nel 2000 la data è stata spostata alla seconda domenica di maggio, di matrice americana, anche per facilitare i festeggiamenti, facendo ricadere la celebrazione in un giorno festivo.

Festa della mamma in Inghilterra e nel resto del mondo

Le celebrazioni della festa della mamma nel Regno Unito risalgono al 1600. In origine si festeggiava il "Mothering Sunday", che si celebrava la quarta domenica di Quaresima: per l'occasione, tutti i bambini che vivevano lontano dalle famiglie, per motivi di studio o di lavoro, ritornavano a casa per festeggiare portando alle loro mamme regali e fiori. Questa tradizione è viva ancora oggi in Inghilterra, ma la festa è conosciuta come "Mother's Day" e si festeggia sempre la quarta domenica di Quaresima, in un periodo di tempo che va dal primo marzo al 4 aprile.

Ci sono poi altri Paesi in cui la festa della mamma non si festeggia la seconda domenica di maggio: in Francia la data è fissata, a partire dal 1950, la quarta domenica di maggio: se cade lo stesso giorno di Pentecoste, che in Francia è giorno festivo, allora viene spostata alla prima domenica di giugno. In Russia e nei Paesi ex-sovietici, la festa della mamma è accomunata alla festa della donna, si festeggia quindi l'8 marzo. In Austria, ma anche in Olanda e Ungheria, la festività dedicata alla mamma si celebra la prima domenica di maggio. In Argentina la festa della mamma cade invece la seconda o terza domenica di ottobre.