La festa dei nonni è una ricorrenza civile che in Italia viene celebrata ogni anno il 2 ottobre e rende omaggio all'importantissimo ruolo dei nonni all'interno della società. In più di un'occasione questi ultimi sono stati definiti gli "angeli custodi dell'infanzia" e il motivo è molto semplice: con il loro affetto incondizionato rendono la vita dei bambini ricca d'amore e, come se non bastasse, sono sempre pronti a dare il loro sostegno e il loro aiuto anche ai propri figli, troppo spesso costretti a stare lontano da casa per lavoro. Chi è cresciuto in compagnia di un nonno sa bene cosa significa passare un'intera giornata con lui tra giochi tradizionali, racconti del passato e qualche piccolo capriccio "accontentato". Non tutti hanno la fortuna di conoscerli ma coloro che ci hanno trascorso almeno qualche ora insieme di sicuro non dimenticheranno mai quei momenti. È importante dunque celebrarli, sono una risorsa su cui contare, una fonte di saggezza ed esperienza e un "abbraccio dolce" in cui trovare consolazione e comprensione.

Com'è nata la festa dei nonni

La festa dei nonni è nata negli Stati Uniti nel 1978, per la precisione quando Jimmy Carter era Presidente e Marian McQuade, una mamma casalinga della Virginia Occidentale con 15 figli e 40 nipoti, fece questa proposta originale. L'obiettivo della ricorrenza era dare vita a una giornata nazionale dedicata a delle figure fondamentali per l'educazione delle giovani generazioni. Da allora in America il National Grandparents Day viene celebrato ogni anno nella prima domenica di settembre dopo il Labor Day, anche se nel resto del mondo l'evento ricade in giorni differenti tra settembre e ottobre. La festa dei nonni può essere associata anche alla tradizione cattolica, visto che i patroni dei nonni sono i santi Gioacchino e Anna, genitori di Maria e nonni di Gesù, che vengono celebrati il 26 luglio e il 16 agosto. Anche se non sostituiscono i genitori nell'educazione di un bambino, sono una fonte di saggezza, esperienza e affetto e arricchiscono la vita dei nipoti.

Dall'Italia alla Francia: come viene festeggiata nel mondo la festa dei nonni

La festa dei nonni non viene celebrata nello stesso giorno in tutto il mondo, ogni paese ha le sue tradizioni. Nel Regno Unito, ad esempio, è stata introdotta nel 1990 e ricade nella prima domenica di ottobre, in Canada coincide con il 25 ottobre, in Estonia con la seconda domenica di settembre. In Francia, invece, nonne e nonni vengono festeggiati separatamente, le prima hanno una giornata dedicata fin dal 1987, ovvero la prima domenica di marzo, i secondi  vengono celebrati solo dal 2008 nella prima domenica di marzo. Per quanto riguarda l'Italia, la festa dei nonni è stata fissata per il giorno 2 ottobre di ogni anno con la legge n. 159 del 31 luglio 2005, con la quale è stato istituito anche il "Premio nazionale del nonno e della nonna d'Italia", assegnato a 10 nonni scelti da una commissione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali e del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca. In questa giornata, che coincide con il ricordo liturgico degli angeli custodi nel calendario dei santi cattolico, in ogni regione vengono organizzate delle iniziative per promuovere e valorizzare il ruolo dei nonni, capaci di insegnare senza troppi fronzoli che l'amore esiste e, quando è vero, è assolutamente incondizionato.