Quando si aspetta un bambino, la prima cosa a cui si pensa è il nome da dargli, c’è chi vuole onorare i propri genitori portando avanti la tradizione, chi punta sulle mode del momento e, ancora, chi ha delle idee decisamente stravaganti. In alcuni paesi, però, bisogna guardare anche alle leggi in vigore, visto che alcuni appellativi sono fuori legge. Ecco quali sono i nomi strani e illegali in diverse parti del mondo.

1. Facebook – Lo stato di Sonora in Messico ha registrato negli scorsi anni un boom del nome “Facebook”. Oggi, però, non è più possibile chiamare il proprio bimbi in questo modo, è considerato dispregiativo e privo di significato ed è per questo che è stato vietato.

2. Circoncisione – Anche se è impensabile che un genitore chiami il figlio “circoncisione”, in Messico è stato vietato. Evidentemente, qualche folle che lo ha fatto in passato c’è stato.

3. Metallica – In Svezia, una coppia ha davvero chiamato il figlio “Metallica”, dal nome del proprio gruppo rock preferito. Da quel momento in poi, il nome è stato considerato illegale.

4. Tom – Anche se non se ne conosce il motivo, questo nome comunissimo è stato vietato in Portogallo. Tomas e gli altri derivati sono però consentiti.

5. Pieandsauce – Il nome è la fusione di “Pie and sauce”, cioè “torta e salsa”, ed è stato realmente usato da dei genitori austriaci, che probabilmente avevano la passione per la cucina. Di certo, il bambino è destinato a diventare obeso.

6. Burger King – In casi come questi, verrebbe da chiedersi cosa è passato per la testa ai genitori che hanno chiamato il loro figlio in questo modo. A Down Under, il nome è stato vietato: in questo modo nessuno potrà più pensare al noto fast food quando chiama il bimbo.

7. Sex Fruit – Il motivo per cui dei genitori mettono un nome simile a un bimbo appena nato è decisamente sconosciuto ma, a quanto pare, succede. E’ per questo che in Nuova Zelanda il nome “Sex Fruit” è stato proibito.