Rebekah Strachan è una ragazza di 25 anni, viene da Peterhead, nell’Aberdeenshire, e, come molte donne, ha provato a tingere i capelli a casa. Non avendo il tempo di recarsi dal parrucchiere, ha deciso di acquistare una tintura del marchio Superdrug da quasi 8 strerline, nella speranza che la sua folta chioma diventasse bionda con delle sfumature argentate, come richiede la moda del momento dell’ice blonde.

Purtroppo, qualcosa è andato storto e, dopo aver tenuto il prodotto in posa per 10 minuti, si è accorta di avere i capelli blu. Subito dopo, ha tentato il tutto e per tutto sciacquandosi con acqua e sapone, ma non c’è stato nulla da fare, i capelli erano macchiati in modo irreversibile. “Questa esperienza mi ha sconvolto, ha avuto delle ripercussioni sulla mia fiducia e sul mio stato mentale. Non sarebbe dovuto accadere nulla di tutto questo”, ha spiegato la 25enne. Non era la prima volta che Rebekah faceva una tintura in casa, ma non le era mai capitata una cosa simile.

Il brand che le ha venduto il prodotto non ci ha pensato due volte su a reagire ed ha sgridato la cliente per non aver fatto prima un test su una sola ciocca, come viene consigliato sull’etichetta. Oggi, è tornata al suo colore originale, anche se ha ancora delle piccole chiazze lilla e blu, ma ha avuto bisogno di fare altre tre tinture prima di raggiungere il risultato attuale. Di certo, la prossima volta che vorrà cambiare colore di capelli si rivolgerà ad un professionista piuttosto che provare con il “fai da te”.