Joanna Venditti è una mamma canadese, è mamma di due gemelline, Mia ed Everly, che oggi hanno un anno. Appena nate, però, non tutti è andato secondo i piani. Erano arrivate alla 37esima settimana, quando Joanna aveva programmato il parto cesareo, e sono rimaste per 5 giorni in ospedale per fare i vari accertamenti. Una volta tornate a casa, sono poi comparsi i primi problemi.

Joanna aveva infatti notato che le feci dell’allattamento delle gemelline erano diventate diarrea, tanto che entrambe avevano degli attacchi almeno per 40 volte al giorno. A complicare la situazione erano le eruzioni cutanee da pannolino che spesso si trasformavano in ferite sanguinanti. Al pronto soccorso, i medici avevano subito pensato ad un’intolleranza ai latticini, ma i sintomi non combaciavano. Joanna, disperata da questa situazione, stava quasi per diventare vittima della tristezza e della depressione quando finalmente la pediatra le ha dato la diagnosi: si trattava di un’allergia al fruttosio, una sostanza presente nei vegetali, nel miele ed anche nel latte materno.

Una volta eliminato dalla dieta di Mia e Everly, la loro diarrea è scomparsa. “Guardo indietro a questa esperienza e sono grata a dispetto della depressione e dell’esaurimento. Ho seguito la mia intuizione. Ho incessantemente portato le mie bambine avanti e indietro dal dottore”, ha spiegato la donna. Da quel momento in poi, Joanna non ha più allattato le bimbe, consapevole del fatto che sarebbe stato un toccasana per il loro corpo. Oggi sono felici e in salute, la pediatra ha salvato la loro vita.