Passione, complicità, intimità, chimica, attrazione, sono tutti elementi essenziali perché una coppia riesca a essere felice, peccato solo che non sempre le storie riescono ad avere un lieto fine. Il più delle volte si rivelano solo delle illusioni e ci si ritrova di fronte a delle enormi delusioni ma la particolarità è che una cosa simile succede soprattutto alle persone considerate attraenti. Secondo una ricerca condotta da Christine Ma-Kellams, psicologa sociale presso l'Università di Harvard e l'Università di La Verne in California, esiste un rapporto tra l'aspetto fisico di due partner e la loro volontà di condividere insieme tutta la vita.

In particolare, sembra che le storie d'amore tra persone attraenti abbiano più probabilità di arrivare a una rottura, piuttosto che quelle tra "bruttini". A giudicare dalle ricerche scientifiche, è evidente che c'è un legame profondissimo tra bellezza e rotture e il motivo sarebbe molto semplice: le persone di bell'aspetto sono attratte da persone altrettanto piacenti e, così facendo, è come se innescassero involontariamente dei meccanismi di apertura verso l'esterno della coppia, come se andassero alla ricerca di relazioni "alternative" anche quando si sentono felici e soddisfatti di quel rapporto.

Insomma, i belli sanno di essere apprezzati e notati e si sentono i più "forti" quando si parla di corteggiamento. Alla lunga, la cosa potrebbe portare a tradimenti, a nuovi innamoramenti e dunque alla fine di una storia d'amore. Le stesse cose, invece, non accadono tra coloro che non si sentono così attraenti che, una volta trovata una persona che li rende sereni, non sentono il bisogno di andare alla ricerca di altro. Insomma, sembrerebbe che il segreto per far durare in eterno un rapporto sia non essere troppo piacenti e desiderabili, anche se la cosa sembra essere davvero molto triste.