Rachel Reid ha 25 anni, viene da East Kilbride in Scozia ed è madre di due figli. Durante la sua seconda gravidanza, aveva pensato di partorire in acqua, ma ben presto ha dovuto affrontare una realtà davvero dura da accettare. La donna pesava, infatti, circa 107 chili ed i medici le avevano consigliato di evitare il parto in acqua, poiché se fosse successo qualcosa, nessuno degli infermieri sarebbe stato in grado di tirarla fuori dall’acqua. Sua figlia Holly sarebbe potuto andare, dunque, incontro alla morte.

La donna, imbarazzata dall’accaduto, dopo la nascita della figlia, ha così deciso di dimagrire. Si è allenata duramente, ha seguito una dieta ferrea ed ogni mese ha fatto una foto al suo corpo per tenere sotto controllo i risultati raggiunti. Rachel ha raccontato di essere stata in carne fin dall’infanzia, ma la situazione ha cominciato ad aggravarsi ai tempi dell’università, quando non riusciva a fare a meno di cibo spazzatura e take-away. Dopo la nascita di sua figlia, ha continuato a portare i vestiti premaman per cercare di nascondere i suoi chili di troppo. Si sentiva grassa, insicura e poco attraente e quell’affermazione dei medici è stata solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Si è sentita così umiliata da trovare la forza di reagire. In soli 12 mesi ha perso circa 45 chili e sfoggia un fisico perfetto. Rachel si sente bella, sicura di sé e finalmente è di nuovo felice. Ora non vede l'ora di avere un terzo figlio per provare il parto in acqua.