Tifanny Pereira de Abreu è una ragazza brasiliana di 32 anni e, anche se ha un aspetto prorompente e femminile, è nata uomo. Fino a qualche tempo fa, si chiamava Rodrigo ed era una campione della pallavolo ma oggi è finalmente diventata donna anche per il mondo dello sport. Dopo aver affrontato le numerosi operazioni per il cambiamento del sesso, l'Fivb ha dato infatti la sua autorizzazione per farla passare al femminile, realizzando così il suo più grande sogno. Tiffany si è sempre sentita nata nel corpo sbagliato e, grazie alla pallavolo, è riuscita ad affrontare con forza i suoi problemi di genere.

E' altra 194 cm, ha giocato come schiacciatore/opposto tra Brasile, Francia, Olanda, Indonesia e Belgio e, a partire da oggi, giocherà in Italia, precisamente in A2 femminile nella Golem Palmi. "Sono stata accolta molto bene nel gruppo, le ragazze mi hanno trattato sin da subito come una sorella", ha spiegato Tiffany felice di dare inizio a questa nuova esperienza. Inizialmente, l'allenatore della squadra calabrese non conosceva la storia della transgender, si era limitato a sceglierla per le sue doti e per il suo talento in campo e ora punta tutto su di lei per la vittoria in campionato.

Naturalmente, per la ragazza le cose non saranno semplici, visto che è abituata a giocare nel volley maschile e che ha un corpo più potente rispetto alle compagne di squadra, ma farà il possibile per abituarsi e per dare il meglio di sé. A questo punto, non resta che aspettare il debutto di Tiffany sui campi di pallavolo femminile.