Avete sentito parlare di “Emily in Paris”? È la serie tv del momento e fin da quando ha debuttato su Netflix qualche settimana fa si è immediatamente posizionata tra i titoli più visti della piattaforma. È stata scritta da Darren Star e vede la protagonista Lily Collins ricoprire i panni di Emily Cooper, una ragazza di Chicago che si trasferisce a Parigi per lavoro. Fa la social media manager e si ritrova a collaborare con una nota agenzia di moda francese, distinguendosi per i suoi look glamour e trendy in ogni puntata. I capi che ha indossato sono quasi tutti griffati, non a caso hanno registrato un boom di ricerche sul web, e, anche se a volte gli abbinamenti sono un tantino esuberanti, hanno contribuito a rendere il suo stile iconico. Tra baschi, gonne pitotante, cappotti color block e tacchi a spillo, Emily è stata definita la versione moderna di Blair Waldorf di "Gossip Girl" e di Andy di "Il Diavolo Veste Prada" ed è per questo che non si può fare a meno di parlare di lei.

La costumista di "Emily in Paris" è la stessa di "Sex & The City"

Pierre Cadeau, lo stilista simbolo dell'eleganza francese nella serie di Netflix, in una delle puntate ha definito Emily "ringarde", ovvero "banale", ma la verità è che lo stile della protagonista è tutt'altro che basic. A curare il suo guardaroba è stata Patricia Field, la celebre costumista di "Sex & The City", che ha saputo vestire al meglio un'icona di stile moderna capace di influenzare i gusti fashion di milioni di donne. Certo, tra it-bag, camicie decorate con la Tour Eiffel, baschi in pieno stile parigino, è stata accusata di aver "infarcito" i look di cliché ma è chiaro che sono stati proprio gli outfit griffati a rendere il personaggio interpretato da Lily Collins tanto amato.

I look da ufficio di Emily Cooper

Lo stile di Emily Cooper è particolarmente eclettico e colorato, basti pensare al fatto che arriva a Parigi in jeans e sneakers e che qualche giorno dopo per una serata con i colleghi punta su un abito di tulle nero di Alexandre Vauthier, poi passa a una meravigliosa creazione total black di Christian Siriano per assistere al balletto al teatro dell'Opera. Per l'ufficio spazia tra mini a stampa check di Brandy Melville, un completo in denim rosa del marchio Chiara Ferragni Collection, un abitino a fiori sui toni del bianco di Aje, una camicia decorata con la Tour Eiffel di Alice+Olivia abbinata a una gonna pitonata di Ronny Kobo. Non rinuncia mai ai tacchi a spillo, tra le sue calzature più originali ci sono gli stivaletti fumetto di Christian Louboutin, e alle borse griffate, dalla tracolla trasparente in fucsia, la Jelly Snapshot di Marc Jacobs, alle innumerevoli Chanel bag, fino ad arrivare a quella in rosa e nero da portare a mano di Aldo. Insomma, Emily è sempre variopinta e trendy, a prova del fatto che si può essere super originali anche sul posto di lavoro.

Gli accessori griffati della protagonista della serie

Il capo a cui non riesce a rinunciare? Il cappotto, dal modello a quadretti bianco e rosso di Zara a quello verde della collezione Resort 2020 di Chanel, fino ad arrivare al modello fucsia di Kenzo e a quello color block di River Island indossato durante la prima cena fuori con Matthew Cadeau. Anche i cappelli sono tra gli accessori che rendono il suo stile unico e tipicamente parigino, sul web, infatti, si sono moltiplicate le ricerche di "basco rosso" proprio grazie a lei, soprattutto perché abbinato in modo impeccabile a un completo a quadri in bianco e nero di Veronica Beard. È però la cover del cellulare a forma di macchina fotografica l'accessorio che più di ogni altro l'accompagna in tutte le puntate, si tratta di un modello firmato Awsaccy da 5 euro, menzionato milioni di volte sui social dall'inizio di ottobre a oggi. In quante si ispireranno al guardaroba glamour di Emily Cooper durante l'autunno 2020?