La regina Elisabetta II appare sempre elegantissima e rigorosa quando partecipa a degli eventi pubblici ma la cosa che in pochi sanno è che dietro il suo aspetto serio e formale nasconde un animo ironico e divertente. A darne prova questa volta non sono stati i suoi look variopinti e rock, né tanto meno le indiscrezioni trapelate attraverso i tabloid, quanto piuttosto il documentario "The Queen and her Cousins", nel quale il presentatore Alexander Armstrong si è fatto raccontare alcuni bizzarri aneddoti dai cugini della sovrana. Il più esilarante? La monarca avrebbe intrattenuto una originale corrispondenza con uno dei suoi assistenti, facendo finta che a scrivere le lettere fossero i corgi reali che tanto ama.

Le lettere "firmate" dai corgi reali

Elisabetta II per lungo tempo ha avuto una originale corrispondenza con un suo ex stretto collaboratore, Sir Blair Stewart-Wilson. Nelle lettere, però, non si parlava di segreti di stato o di verità inconfessabili, i due davano vita a una sorta di realtà parallela in cui erano i loro cani a parlarsi. La sovrana non si firmava "Sua Maestà" come vorrebbe la tradizione, a piè di pagina inseriva il nome dei corgi reali che da sempre le fanno compagnia nella quotidianità. "Lui scriveva lettere dal suo Jack Russell indirizzate ai corgi reali, e lei rispondeva. Hanno messo su questo scambio davvero divertente, mi piacerebbe ricordarne qualche frase", ha spiegato Alexander Armstrong, il conduttore del documentario mandato in onda a pochi giorni dai 95 anni della sovrana.

La divertente idea della regina

Il dettaglio che forse Elisabetta II non si sarebbe mai aspettata è che quelle lettere private e divertenti sarebbero diventate "famose". Sir Blair Stewart-Wilson le avrebbe diffuse per rivelare il lato più ironico della monarca. Lui stesso non riuscirebbe a trattenere le risate ogni volta che le rilegge, tanto da aver raccontato: "Le ha incorniciate nel bagno. Ricordo che, leggendole, ho iniziato a ridere a crepa pelle, non riuscivo a smettere. Erano tremendamente ironiche". Insomma, a quanto pare la regina è una donna che nasconde un animo estremamente ironico, anche se per motivi istituzionali è costretta a mostrarsi sempre "tutta d'un pezzo" di fronte i riflettori.