Anura Lawson è una donna di Los Angeles ed ha deciso di eliminare ogni tipo di tecnologia da casa sua, prima di tutte la connessione Wireless. A spingerla a prendere una decisione del genere sarebbero stati i numerosi problemi di salute che ha dovuto affrontare. Anura ha infatti cominciato a sentirsi male nel 2012, dopo che il Los Angeles Department of Water and Power ha installato in casa sua un contatore intelligente wireless. "Ho cominciato a sentire le vertigini in un primo momento, poi emicrania e palpitazioni”, ha spiegato la donna.

Anche sua figlia Amira, di soli 22 anni, ha avuto dei problemi. Sentiva che il suo cervello lavorava più lentamente e non riusciva a capirne il motivo. Anura ritiene che siano state proprio le onde elettromagnetiche ad aver causato tutto questo e la cosa è stata confermata anche da Robert Nagourney, un oncologo a Long Beach e professore alla UC Irvine, il quale ha affermato che esiste una sindrome chiamata ipersensibilità elettromagnetica. Il medico ha spiegato: “Ci sono due tipi di radiazioni. Alcune sono ionizzanti e altre non ionizzanti. Le radiazioni ionizzanti possono danneggiare il Dna e possono causare anche il cancro, ma oggi siamo sommersi anche dalle radiazioni non ionizzanti. Anche queste potrebbero causare dei problemi”.

In tutta Los Angeles si stanno testando 52.000 di questi contatori intelligenti e il DWP dice che sono tutti a norma di legge. Anura Lawson ha però deciso ugualmente di eliminare ogni tipo di tecnologia da casa sua. Niente telefonini, iPad, iPod e wireless, ma solo telefoni di rete fissa. Solo in questo modo tutti i membri della sua famiglia si sono sentiti meglio. La donna vorrebbe però che la questione venisse studiata dagli esperti, così che nessun altro si trovi alle prese con i sintomi che per molti anni le hanno rovinato la vita.