L'effetto pigmalione, detto anche come effetto Rosenthal, viene definito una “profezia che si autorealizza”, ovvero una suggestione psicologica che si viene a creare quando si interiorizzano i giudizi degli altri, diventando proprio come loro pensano. E' un comportamento molto diffuso nelle relazioni interpersonali, soprattutto in amore. Quando si intraprende un rapporto sentimentale con una persona, infatti, ognuno di noi tende ad adattarsi alle esigenze del partner ma in molti casi la situazione comincia a "sfuggire di mano" e ci si trova di fronte un comportamento che non può essere più controllato: ecco cosa fare per reagire e per dire addio all'effetto pigmalione.

Cos'è l'effetto pigmalione?

L'effetto pigmalione è una forma di autosuggestione psicologica che si viene a creare in amore quando le persone vogliono a tutti i costi soddisfare le esigenze degli altri, arrivando a creare un'immagine di loro che non corrisponde alla realtà. In questo modo, alcuni fatti ed eventi spiacevoli vengono evitati ma il tutto accade solo perché si modifica la propria natura. Il nome deriva dal mito di Pigmalione del poeta latino Ovidio, che nella sua opera "Le Metamorfosi" racconta la storia di uno scultore che, dopo aver modellato una statua femminile di nome Galateo, se ne è innamorato, considerando il suo ideale di bellezza superiore a qualsiasi donna in carne e ossa. Non poteva fare a meno di dormire con quella scultura nella speranza che prima o poi prendesse vita e alla fine è riuscito a realizzare il suo sogno grazie all'intervento della dea Afrodite. A quel punto ha sposato e avuto una figlia da quella creazione che aveva creato con le sue stesse mani. Un pigmalione, dunque, non fa altro che ispirare le persone ad assumere i suoi comportamenti, diventando un esempio per gli altri. In amore, però, quando si viene a creare questo "effetto", nasce una vera e propria dipendenza dal partner.

Quando si viene a creare dipendenza affettiva dal partner?

Il pigmalione "modella" il partner secondo le sue esigenze, dando vita a un rapporto affettivo distorto in cui comincia sentire una sorta di dipendenza nei confronti dell'altro. Crea una relazione che non esiste o che spesso non è contraccambiata e il motivo è molto semplice, vuole riempire dei vuoti che si manifestano in altri ambiti della sua vita. Per superare il problema è necessario cambiare la percezione di se stessi, cercando di alzare l'autostima. Il rapporto di dipendenza, infatti, non è sempre dettato da motivo sentimentali. A volte la cosa raggiunge livelli così patologici che per condurre una vita psicologicamente più equilibrata è necessario rivolgersi a degli specialisti. L'importante, però, è avere la consapevolezza del fatto che se ne può uscire e che si può ricominciare a vivere i rapporti sentimentali in maniera sana.