L’estate è ormai alle porte e cresce in tutti noi la voglia di innamorarsi, di lasciarsi andare a nuove avventure e di dire addio alla tristezza che ha accompagnato l’inverno. Con il sole e le belle giornate si esce di più e si hanno più possibilità di conoscere possibili partner, peccato solo che a volte ci lasciamo condizionare dalle nostre relazioni passate.

Capita spesso che, troppo delusi da una persona che ci ha lasciati e che ci ha “traumatizzati”, finiamo per compromettere un rapporto appena nato, senza darci la possibilità di vivere una nuova esperienza con semplicità e leggerezza. Se ognuno di noi si guarda indietro, è inevitabile che riviva tutto il dolore, la tristezza e il fallimento e la cosa è capace di “spegnere” il nostro desiderio di innamorarci per davvero. Spesso non ci rendiamo conto che dovremmo concentrarci sulla forza che abbiamo avuto nell’andare avanti e nel superare quella dura prova. Certo, non è semplice rimanere soli ed avere il coraggio di mettersi nuovamente in gioco ma a lungo andare comprendiamo che ogni esperienza è stata capace di farci crescere, anche quella più frustrante.

C’è chi ci insegna che non dobbiamo accontentarci, chi ci fa capire che piacersi caratterialmente è fondamentale e chi invece ci ha fatto rendere conto che desideriamo un partner serio e romantico: ogni relazione è capace di farci comprendere cosa vogliamo davvero in campo amoroso. Per raggiungere la felicità bisogna attraversare prima una serie di ostacoli e solo avendo a che fare con persone che non fanno per noi e che ci fanno soffrire potremmo riconoscere l’amore nel momento in cui arriverà.