Amate fare colazione con cornetti, pancakes e toast? Attenzione, potreste mettere a rischio la vostra linea. Anche se abbiamo sempre creduto che mangiare carboidrati al mattino fosse la scelta giusta per sentirsi carichi ed energici, in realtà potrebbe avere anche delle conseguenze negative. Ecco per quale motivo sarebbe meglio puntare su alimenti che contengono "carboidrati buoni" che evitano degli sbalzi dei livelli di zuccheri nel sangue.

I cibi da mangiare a colazione

Secondo Shauna Sacco, una famosa dietologa e personal trainer di Houston, in Texas, il mattino è il momento peggiore della giornata per mangiare carboidrati, anche se cornetti, pancakes, toast e pasticcini sono tutti decisamente allettanti. Il motivo è molto semplice: si tratta di cibi che contengono carboidrati raffinati che, anche se donano energia al corpo, causano un aumento spropositato di zuccheri nel sangue. Al contrario, invece, si dovrà puntare su un pasto bilanciato, in maniera tale da caricarsi e, allo stesso tempo, da mantenere costante il livello di zuccheri nel sangue. L'ideale è dunque concedersi una colazione a base di cereali e carboidrati "buoni" contenuti in frutta e verdura, avocado o pancetta. Naturalmente, non si tratta di una regola uguale per tutti, ognuno di noi ha un corpo che reagisce in modo differente e che ha bisogno anche di alimenti diversi. Prima di fare delle scelte drastiche, eliminando alcuni cibi dalla propria dieta, sarebbe meglio rivolgersi dunque a un nutrizionista, così da capire meglio quali sono le proprie esigenze.