Avete mai notato che quando ci si trova con il proprio fidanzato, anche bevendo un intera bottiglia di vino in due, difficilmente ci si sente ubriachi? I ricercatori dell'Università tedesca di Regensburg e dell'Università australiana di Sydney ritengono di aver trovato la motivazione: potrebbe essere a causa dell’effetto dell’innamoramento. Lo studio ha infatti analizzato il comportamento dei ratti sotto l’effetto di alcool e di ossitocina, l’ormone che gli esseri umani producono nel momento in cui si sentono coccolati ed amati. I risultati hanno chiaramente dimostrato che gli animali a cui era stato iniettato solo l’alcool si ubriacavano molto prima degli altri a cui invece era stata data anche l’ossitocina.

Purtroppo entrambi i gruppi di ratti alla seconda dose di alcolici si sarebbero ubriacati, poiché, essendo animali, non sarebbero capaci di provare le effettive sensazioni dell’innamoramento. Anche se non sono stati fatti gli stessi esperimenti sugli esseri umani, è chiaro che l’ormone responsabile dell’amore riesce a limitare gli effetti dell’alcool sul proprio corpo. L'autore principale dello studio, Michael Bowen, ha dichiarato: “L'ossitocina può ridurre il livello di intossicazione poiché non fa accedere l’alcool a quella parte del cervello che ci fa sentire ubriachi, ma allo stesso tempo non sarà capace di modificare il livello di alcool nel sangue”. Se verrà dimostrato che gli stessi risultati valgono anche per gli esseri umani, Bowen potrà ufficialmente dichiarare di aver compiuto un primo passo verso una nuova cura per l'alcolismo e la tossicodipendenza.