La spremuta d'arancia è una delle bevande più salutari e benefiche per l'organismo ma non sempre la assumiamo nel modo giusto. Anche se abbiamo sempre creduto che dovessimo consumarla subito dopo averla preparata, probabilmente ci sbagliavamo. Secondo un recente studio spagnolo, è necessario congelarla in freezer prima di berla, così che i suoi nutrienti vengano assorbiti più facilmente dal corpo.

I benefici del succo d'arancia congelato

Secondo una ricerca condotta presse l'Università di Siviglia, il succo d'arancia ha delle incredibili proprietà benefiche sul corpo se viene congelato e consumato dopo essere stato scongelato. In particolare è stata analizzata la cosiddetta bioaccessibilità degli antiossidanti, ovvero la loro capacità di essere assorbiti nel sangue con facilità, e i risultati sono stati chiari: il corpo riesce ad assumere più rapidamente i nutrienti contenuti in una spremuta scongelata piuttosto che in quella fresca o pastorizzata. Il motivo è molto semplice: quando si lascia il prodotto in freezer, i nutrienti si scompongono in particelle più piccole che l'intestino assorbe con più facilità. I carotenoidi, ad esempio, vengono convertiti in vitamina A e, avendo delle proprietà antinfiammatorie, aiutano il funzionamento del sistema immunitario e prevengono le malattie cardiache. Certo, la sostanza iniziale si decompone e perde alcune delle sue proprietà ma l'effetto complessivo è positivo. "Nonostante la concentrazione di carotenoidi nei succhi congelati fosse inferiore a quella del succo fresco, la quantità di nutrienti assorbiti dall'intestino è più alta", ha spiegato la coautrice dello studio Paula Mapelli. Insomma, a quanto pare la prossima volta che decideremo di bere una spremuta d'arancia sarà meglio lasciarla per un po' all'interno del freezer prima di consumarla.