Avere il corpo quasi completamente ricoperto di tatuaggi è la moda del momento, tanto che in pochissimi possono vantare un corpo "vergine". Nonostante ciò, sono ancora moltissimi coloro che non vedono di buon occhio questa pratica. La cosa che preoccupa maggiormente è la possibilità che quei disegni impressi in modo indelebile sulla pelle con l’inchiostro possano portare dei danni irreversibili alla salute. Finalmente, però, questo luogo comune potrà essere smentito.

Secondo uno studio dell’University of Alabama, pubblicato sull'American Journal of Human Biology, avere molti tatuaggi e di conseguenza molto inchiostro sotto pelle si riesce a rafforzare il sistema immunitario. Sono state analizzate le salive di 5 uomini e 24 donne prima e dopo aver realizzato dei tatuaggi sulla loro pelle ed i risultati sono stati chiari. Dopo aver decorato il loro corpo con l’inchiostro, riuscivano a combattere meglio le malattie.

Fare un tatuaggio per la prima volta in realtà riduce le capacità di reazione del sistema immunitario a causa dello stress a cui viene sottoposto il corpo e di conseguenza si è più inclini a raffreddore ed infezioni ma a lungo andare le cose cominciano a cambiare e gli effetti diventano incredibili. Nelle prossime ricerche, gli studiosi intendono capire per quale motivo alcuni non sperimentano alcun tipo di conseguenza negativa neppure dopo il primo tatuaggio. A questo punto, le persone “dubbiose” non dovranno avere più paura: avere molti tatuaggi non fa male alla salute, ma anzi riesce ad aumentare le proprie difese immunitarie.