Siamo sempre stati abituati a pensare che a scuola si dovessero imparare solo la matematica, l'italiano e le altre materie classiche ma presto le cose potrebbero cambiare come dimostra l'iniziativa "La natura è viva" proposta presso un istituto dell'infanzia di Ischia. Sull'Isola Verde, per la precisione a Lacco Ameno, esiste una scuola che porta avanti la sfida del chilometro zero, dando ai bambini lezioni di sostenibilità facendogli coltivare il proprio orto: ecco per quale motivo è un'idea incredibilmente innovativa.

Il progetto "La natura è viva"

La scuola dell’infanzia Pannella, a Lacco Ameno, sull'isola di Ischia, ha avuto un'idea molto innovativa per insegnare ai suoi alunni il concetto di sostenibilità. Ha infatti riservato ai bambini dell'asilo dai 3 ai 5 anni delle lezioni pratiche per coltivare il proprio orticello, insegnandogli a piantare broccoli, patate e tutto il necessario per il sostentamento personale. Nell'epoca in cui dominano gli smartphone e tutto ciò che è virtuale, il progetto chiamato "La natura è viva" rappresenta una vera e propria inversione di tendenza: gli studenti, infatti, hanno lasciato temporaneamente da parte i libri per prendere la zappa tra le mani, imparando così qualcosa di pratico che di sicuro gli tornerà utile nella vita. "Le radici di un’isola che è stata contadina e che non può perdere la sua identità. La natura è viva, io l’orto lo coltivo anche con il nonno”, ha spiegato Assunta Barbieri, la dirigente scolastica che ha sostenuto il progetto. L'obiettivo? Far sì che i piccoli capiscano quanto è importante prendersi cura della natura che li circonda e che sviluppino una certa sensibilità verso la logica del chilometro zero, promuovendo così abitudini alimentari e stili di vita corretti.