Clara Healy è una neonata di Cumbernauld, nel Regno Unito, e la sua storia è molto particolare. La mamma Sophie si trovava alla 24esima settimana di gravidanza quando lo scorso marzo ha cominciato a sentire che qualcosa non andava bene. Una volta corsa in ospedale, le è stato praticato un cesareo d'emergenza che le ha permesso di mettere al mondo la figlia prematuramente. La piccola pesava poco più di quattro panetti di burro, non era ancora completamente sviluppata e ha avuto bisogno di rimanere in terapia intensiva.

"Era grande quando la mia mano. Potevamo vedere attraverso la sua pelle, era trasparente", ha spiegato il papà Corey, facendo riferimento al momento in cui ha visto la figlia per la prima volta. I genitori hanno dovuto aspettare tre settimane prima di toccare la bambina poiché si temeva che il contatto avrebbe potuto esporla a gravi infezioni. Oggi, però, la bimba ha 5 mesi, continua a crescere e a svilupparsi giorno dopo giorno, tanto che i medici sperano che presto possano staccarla dalle macchine che l'aiutano a respirare.

Nonostante stiano attraversando un momento difficile, Corey e Sophie non possono fare a meno di documentare i progressi fatti dalla figlia con foto e video che la ritraggono mentre combatte per rimanere in vita. Hanno dichiarato di essere orgogliosi di lei, ha dimostrato di essere una piccola guerriera e di riuscire a reagire con tutte le sue forze pur di continuare a rimanere al loro fianco. Il loro obiettivo ora è sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema delle nascite premature, dimostrando a tutti che è possibile far crescere in modo normale i bambini nati prima del termine.