Jean Godfrey è una ragazza di 19 anni ed è nata con il morbo della mucca pazza, che le ha attaccato il cervello quando era ancora nel grembo materno. La mamma Sally Evans è stata una delle prime britanniche a soffrire della malattia di Creutzfeldt-Jakob, legata proprio all'epidemia di encefalopatia spongiforme bovina, ed è morta a 24 anni, lasciando orfana la figlia di pochissimi mesi.

Quest'ultima è stata affidata alla nonna e da allora dipende completamente da lei, visto che non può camminare, parlare e nutrirsi da sola. Se fino ad oggi la donna aveva ricevuto delle sovvenzioni statali da 720 sterline mensili, utili a ricoprire le spese mediche, ora le cose sono cambiate. Le è stato comunicato che questa cifra è stata diminuita a 400 sterline perché Emily ha compiuto 19 anni e dovrebbe aver finito la scuola, che però non ha mai frequentato a causa delle precarie condizioni di salute.

"I fallimenti del governo hanno fatto entrare la mucca pazza nella catena alimentare, uccidendo mia figlia e danneggiando mia nipote", ha dichiarato la nonna indignata per quello che le sta capitando. In seguito a questi tagli le due rischiano di diventare delle senzatetto, visto che non possono più permettersi la casa in cui vivono a Newark. Come se non bastasse, non potranno più essere ricoperte le numerose spese mediche di cui ha bisogno la ragazzina, cosa che mette ancora più a rischio la sua salute. La speranza è che il governo intervenga personalmente sulla questione, rendendosi conto del fatto che Jean è invalida al 100% e ha bisogno di un accompagnamento 24 ore su 24.