Leonard B. Robinson, meglio conosciuto come l’alter ego di Batman, era un uomo di 51 anni, veniva da Owings Mills e domenica scorsa è stato protagonista di una tragedia. Si trovava sulla Route 29, una strada occidentale del Maryland, quando è stato investito da un’automobile in corsa ed ha perso la vita. Si era fermato da qualche minuto a controllare il motore della sua Batmobile ma per lui non c’è stata nessuna speranza, è morto sul colpo subito dopo l’impatto.

Era in viaggio verso Charleston, nel West Virginia, dove avrebbe dovuto visitare l’ospedale locale per regalare dei momenti di gioia ai bambini ricoverati. Fin dal 2012, Lenny era diventato particolarmente famoso non solo per essere il sosia del supereroe più amato dai bimbi ma anche per le iniziative caritatevoli e per le visite negli ospedali pediatrici americani. Aveva speso più di 25mila dollari in giocattoli, libri e gadget di Batman donati ai suoi piccoli fan, a cui ha donato dei momenti di felicità durante la malattia.

L’idea di diventare l’alter ego di Batman è nata quando ha cominciato a travestirsi dal “pipistrello” più famoso al mondo per suo figlio Robin, che è rimasto estasiato di fronte a quella incredibile somiglianza. Da allora, ha deciso che il suo obiettivo sarebbe stato quello di illuminare le giornate dei bambini meno fortunati. Considerando il numero elevatissimo di fan raggiunti in pochi anni, ci è decisamente riuscito. Fino all’ultimo si è travestito da Batman ed è stato capace di realizzare il suo sogno: donare il sorriso a centinaia di bambini che vivono in condizioni di salute tragiche.