La maggior parte di noi accoglie l’inizio della bella stagione facendo delle lunghe passeggiate al sole. Per Everitt Brick, una diciottenne di Welwyn Garden City, nell’Hertfordshire, inizia un vero e proprio letargo. La ragazza infatti è allergica al calore e al sole, tanto che i raggi UV le provocano irritazioni e vesciche sulla pelle. Le sono state diagnosticate delle allergie multiple, tra cui una dermatite solare cronica.

Per paura del dolore straziante, Everitt non esce più di casa di mattina con l’arrivo della primavera. Questa insolita allergia le provoca non pochi problemi poiché le impedisce di condurre una vita normale, come un qualsiasi altro adolescente. Everitt ha infatti dichiarato: “Sono diventata notturna per sfuggire al sole. La gente spesso pensa che mento, ma è assolutamente devastante. Tutto quello che voglio fare sono le cose semplici della vita, come passeggiata per i negozi o imparare a guidare”. La prima volta che ha avuto una reazione allergica è stato a 13 anni. Era rimasta per soli 10 minuti al sole, ma le spalle hanno cominciato a bruciarle così tanto che suo padre l’ha definita “una candela umana”.

Era come se la sua pelle si sciogliesse sotto i raggi del sole e il dolore ovviamente era incredibile. Anche le luci dei neon le danno fastidio e questa condizione le paralizza totalmente la vita. Dopo il primo attacco allergico, per molto non è andata neppure più a scuola per paura. La ragazzina spera di poter utilizzare presto degli abiti che non fanno filtrare i raggi UV, che le permetteranno, almeno in parte, di poter condurre una vita normale.