22 Agosto 2012
10:26

Drunkoressia: lunghi digiuni per prepararsi alle serate alcoliche

Dagli Stati Uniti e dal Canada si sta diffondendo una tendenza particolarmente pericolosa per le giovani donne: la drunkoressia, cioè digiuni prolungati per dedicarsi ad abbuffate di alcolici. Vediamo in cosa consiste e i rischi che comporta.
A cura di Veronica Bolognese

Tra le studentesse americane e canadesi è appena nata una nuova moda, che definire nociva è poco: la “drunkorexia”. Con questo termine, si indicano digiuni che possono durare fino a 48 ore, per prepararsi alle abbuffate alcoliche previste per la serata. Il fenomeno prevede proprio il saltare i pasti per “risparmiare” calorie, da dirottare verso superalcolici, cocktail e bicchierini di shot bevuti tutto d’un fiato.

Gli studiosi del Missouri, che hanno studiato questa tendenza, spiegano che da una parte c’è l’esigenza delle ragazze di rimanere magre e di non sgarrare dalla dieta quotidiana, ma dall’altra c’è la voglia irrefrenabile di lasciarsi andare a notti di bevute esagerate. Il 16% delle giovani universitarie ha dichiarato addirittura che cercano di spendere il meno possibile per i pasti, per avere più soldi da spendere durante le serate. “Oltre a deprivare il cervello di un’ adeguata nutrizione – spiega Victoria Osborne, docente dell’ Università del Missouri – questo comportamento delle ragazze può provocare problemi cognitivi a breve e a lungo termine, difficoltà a concentrarsi e a prendere decisioni”. Le donne infatti metabolizzano l’alcol in modo diverso dagli uomini, e per questo il corpo subisce effetti più devastanti.

La “drunkorexia” è un fenomeno tipicamente femminile: le donne la praticano tre volte più degli uomini, perchè hanno sempre ideali fisici da inseguire. Il decano studentesco della Queen’s University di Kingston, John Pierce: “Le donne, più degli uomini, sono bombardate da immagini pubblicitarie onnipresenti su quello che è socialmente accettabile, e farebbero qualsiasi cosa pur di non ingrassare. Quindi, se possono consumare solo un certo numero di calorie al giorno, le consumano con l’alcol”.

Niente più alcolici per la regina Elisabetta II: i medici reali le hanno vietato di bere
Niente più alcolici per la regina Elisabetta II: i medici reali le hanno vietato di bere
Alcolici in gravidanza, anche i papà non dovrebbero assumerli prima del concepimento
Alcolici in gravidanza, anche i papà non dovrebbero assumerli prima del concepimento
Il principe George si sente "diverso" dai fratelli: è perché deve prepararsi alla futura vita da re
Il principe George si sente "diverso" dai fratelli: è perché deve prepararsi alla futura vita da re
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni